Parcheggi per disabili, passerella, docce e spogliatoio. Così Portonovo diventa più accessibile

Il Comune di Ancona partecipa ad un bando regionale che mette a disposizione 8mila euro per realizzare opere che favoriscono l’accesso delle persone con disabilità nelle aree destinate alla balneazione. Il Consorzio La Baia di Portonovo, che si è offerto di fornire all'amministrazione dorica i progetti, si impegna per 6mila euro

Vista del molo di Portonovo (foto tratta da Wikipedia)

ANCONA- Più parcheggi per disabili, una passerella per facilitare l’accesso in spiaggia, docce, spogliatoio e segnaletica adeguata: Portonovo punta a diventare ancora più accessibile. Nella baia già nel 2018 il Comune di Ancona ha realizzato alcuni interventi di abbattimento delle barriere architettoniche e a favore della balneabilità delle persone con disabilità attuando il progetto “Acqua per tutti”, secondo classificato del bilancio partecipato 2017. Interventi che necessitano di essere completati e migliorati attrezzando opportunamente aree, parcheggi e camminamenti.

Per questo il Comune dorico ha partecipato ad un bando regionale che mette a disposizione 8mila euro per realizzare opere che favoriscono l’accesso delle persone con disabilità nelle aree destinate alla balneazione.

Tra i criteri e le modalità per l’assegnazione delle risorse disponibili, è stata inserita anche la premialità per la compartecipazione fìnanziaria privata alla realizzazione degli interventi. Requisito assolto grazie al Consorzio La Baia di Portonovo che si è offerto di fornire al Comune di Ancona gli elaborati progettuali da trasmettere agli uffici regionali e di impegnare 6 mila euro propri.

Il progetto dell’ingergnere Doriano Sordoni prevede interventi di miglioramento dell’accessibilità all’arenile della baia, a partire dai parcheggi comunali nei pressi del Lago Grande e in minima parte nei pressi della zona demaniale adiacente allo stabilimento “Giacchetti” con la previsione di posti auto per disabili.

«La zona oggetto dell’intervento soffre di alcune criticità intrinseche in parte dovute alla fisicità dei luoghi ed in parte alle speciali tutele di bene paesaggistico e naturalistico- si legge nella relazione illustrativa del progetto –. Il Comune di Ancona nel 2018 ha attrezzato, nella zona compresa tra il ristorante Marcello e la spiaggia Zazzarini, una pedana in legno di circa 40 mq per elioterapia collegata con passerelle per la discesa a mare ma l’area è sprovvista, allo stato attuale, di doccia e spogliatoio riservati alla utenza disabile. La zona parcheggi adiacente al Lago Grande prevede come da normativa posti auto per disabili che sono solamente segnalati ma non realmente adeguati».

Il progetto per rendere Portonovo più accessibile

Nel progetto è stata quindi individuata una zona parking con stalli dotati di pedane di cortesia adeguatamente segnalata e riservata alla utenza disabile, collocata all’inizio del camminamento in legno che, con un tragitto lineare si ricollega alla pedana esistente nei pressi della zona eliporto. Nel dettaglio, continua la relazione di Sordoni, «il percorso sarà largo 150 cm con pendenze inferiori al 5%, mediante una pavimentazione di doghe in legno in pino autoclavato “a filo terreno” a partire dal baricentro della zona parking disabili fino allo stabilimento elioterapico».

Inoltre, sono previsti due attraversamenti stradali: uno immediatamente dopo la sbarra che regolamenta l’accesso alla zona interdetta e l’altro nelle adiacenze dello stabilimento elioterapico. Qui i posti auto riservati ai disabili vengono potenziati e passano da 2 a 5. Tutti avranno il sottofondo perfettamente livellato e pedane di cortesia. La zona vera e propria dedicata allo stabilimento comunale è stata attrezzata con una doccia accessibile con maniglioni e doccetta; uno spogliatoio ombreggiato con travatura leggera e cannucciaia; una pedana in legno per realizzare un accesso fino al bagno disabile (messo a disposizione dal concessionario stabilimento Zazzarini).

Rendering “prima” e “dopo”

La segnaletica informativa lungo tutto il percorso sarà riordinata e uniformata per migliorare il senso di sicurezza e di agio di tutti i visitatori della Baia. Nei pressi dello stabilimento comunale sarà posto il simbolo internazionale della carrozzina con la frase “zero barriere” per indicare la totale accessibilità. Infine, per consentire la piena fruibilità dei servizi spiaggia e mare agli utenti più vulnerabili o svantaggiati, in caso di necessità sarà prestato un servizio di aiuto, con apposita convenzione, dal Concessionario Edoardo Rubini dello stabilimento adiacente.

I progetti definitivi dei Comuni che hanno partecipato al bando verranno valutati dagli uffici regionali al fine di formare una graduatoria di merito, sulla base della quale verranno assegnati i contributi.