Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Paolo Carli di Senigallia alla guida della Cna Pensionati provinciale di Ancona

L'artigiano è stato eletto all'unanimità presidente provinciale dell'organismo associativo dorico. Nella sua relazione le linee di sviluppo su diritti e garanzie, anche in campo sanitario e assistenziale

Paolo Carli
Paolo Carli

ANCONA – È Paolo Carli, di Senigallia, il nuovo presidente provinciale di Cna pensionati. Lo ha deciso l’assemblea elettiva territoriale riunitasi presso la sede Cna di Ancona lo scorso 12 maggio, votando all’unanimità l’artigiano senigalliese.

Carli, pensionato artigiano ancora in attività con l’azienda Ideoggetto, ha in passato ricoperto altri incarichi all’interno dell’organizzazione dorica, mostrando serietà impegno, e senso di appartenenza: doti che hanno convinto gli altri associati. L’assemblea si è tenuta alla presenza del segretario e del presidente della Cna Pensionati Marche, rispettivamente Giancarlo Sperindio e Sergio Giacchi, di Basili Jacopo per la Cna Pensionati nazionale e della dirigenza della Cna territoriale di Ancona. Paolo Carli subentrerà al precedente presidente dimissionario anche nei corrispondenti organi regionali e nazionali della Cna Pensionati dove è prevista la sua presenza come delegato dallo statuto nazionale.

Nel suo discorso il nuovo presidente ha elogiato l’associazione per le sue capacità di riprogrammare la ripartenza in questi anni difficili legati al covid. Ma ha anche sottolineato come la Cna pensionati sia lo strumento per un presente e un futuro di garanzie e di diritti riconosciuti, capace di trasmettere credibilità e sviluppo. 

Tra i punti dell’assemblea c’è stato anche l’intervento di Cristiano Gori, professore ordinario di politica sociale nel dipartimento di sociologia e ricerca sociale dell’Università di Trento, nonché ideatore e coordinatore del Patto per il nuovo welfare sulla non autosufficienza, che riunisce 46 organizzazioni tra cui anche la Cna Pensionati. Gori ha presentato ed illustrato le ultime proposte operative per il disegno della riforma dell’assistenza agli anziani non autosufficienti in Italia, prevista nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), preziosi spunti per nuove linee di sviluppo dell’attività associazionistica della Cna.