Palombina: il primo luglio la festa per la prima stagione balneare plastic free

Tra pulizia degli arenili, parcheggi e servizi, è in corso la messa a punto degli ultimi interventi per consentire la completa fruizione della spiaggia. Persiste invece ancora il problema degli sversamenti fognari in mare

Spiaggia di Palombina (Foto: Co.Ba.)
Spiaggia di Palombina (Foto: Co.Ba.)

ANCONA – Sarà il primo luglio la festa a Palombina che inaugurerà la prima stagione balneare plastic free. Durante la giornata i cittadini saranno informati sui nuovi comportamenti da adottare, indicati nell’ordinanza firmata dal sindaco Valeria Mancinelli, che vieta proprio dal primo luglio l’utilizzo della plastica monouso sulla spiaggia. La festa sarà organizzata dal Comune insieme alla Coba, cooperativa bagnini di Palombina, e con l’occasione sarà inaugurato anche il nuovo vialetto Almagià realizzato l’anno scorso.

Da sabato 15 giugno, invece, sarà aperto il parcheggio del supermercato ex Sì di via Ricci, dalle ore 8 alle 22 tutti i weekend, con un servizio di bus navetta che porterà i bagnanti in spiaggia. Quest’estate, dunque, l’orario di apertura del park sarà esteso, perché l’anno scorso chiudeva alle 20. «Stiamo lavorando – afferma l’assessore alla Viabilità, Stefano Foresi – per realizzare altre fermate intermedie come al PalaBrasili e anche in piazza Galilei a Collemarino, in modo da coprire anche altre zone e rendere più agevole per tutti l’accesso al mare. Il servizio viene realizzato dal Comune in collaborazione con la cooperativa bagnini di Palombina». Da metà luglio fino al 20 agosto, il parcheggio di via Ricci sarà aperto tutti i giorni, sempre dalle 8 alle 22. Dal prossimo sabato sarà aperto anche il parcheggio dell’ex centrale del latte di Torrette. Tutti i parcheggi sono gratuiti.

I sottopassi di accesso alla spiaggia sono stati verniciati e sistemati. Un sottopasso non ancora fruibile è quello all’altezza del Circolo “Arti e mestieri” che è ancora tenuto chiuso dalle Ferrovie dello Stato per dei lavori in corso. I bagnanti, dunque, dovranno passare nel sottopasso della stazione di Torrette. È operativo il servizio di salvataggio nella spiaggia libera e sono iniziati i lavori per il percorso pedonale che dall’ascensore del nuovo ponte di Collemarino consente di percorrere tutta la spiaggia libera. Il percorso è fruibile anche dai disabili. «Ogni anno cerchiamo di rendere ancora di più fruibili le nostre spiagge –  dichiara Foresi – non solo per gli anconetani ma anche per i tanti turisti che hanno il piacere di raggiungerle. Lo scopo è incrementare anche la vocazione turistica della nostra città che abbina ad una completa quanto singolare serie di splendidi arenili (come Palombina, Torrette, Passetto, Portonovo,) una ricca offerta culturale».

Spiaggia di Torrette

Da ieri mattina intanto è iniziata la pulizia della spiaggia libera a Torrette, partita solo ora a causa del maltempo e delle continue mareggiate. Sfruttando la bassa marea che consente l’accesso ai mezzi meccanici, l’intervento «durerà ancora qualche giorno, ogni mattina dalle 5 alle 8.30, come ordinato dalla Capitaneria di Porto», spiega Foresi. Tutto l’arenile sarà comunque soggetto per tutta l’estate a quotidiana pulizia da parte di Anconambiente e l’assessore assicura che «a fine mese toglieremo anche le barche abbandonate nella zona prospiciente la spiaggia».

Sversamenti a Palombina

Persiste invece ancora il problema degli sversamenti fognari in mare che affligge da anni in particolare le spiagge di Palombina e Falconara. A causa delle piogge, dall’inizio della stagione balneare sono infatti scattati diversi divieti e l’ultimo a Palombina è durato addirittura nove giorni consecutivi, da domenica 26 maggio fino a martedì 4 giugno quando il Comune ha comunicato la revoca. La situazione, dunque, non è migliorata e, al momento, nulla è cambiato nemmeno con il dimezzamento dei tempi delle analisi dell’Arpam, da 48 a 24 ore, previsto dall’ordinanza firmata quest’anno dal Sindaco.