Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Dalla pallavolo al tennis: a casa Pistola è sempre festa

Papà Andrea Pistola è uno degli allenatori di volley femminile più stimati. La piccola Ilary è un astro nascente nel tennis: ha vinto nella categoria under 14 il suo primo internazionale in Slovenia

Ilary Pistola con coach Ramundo

MONTEMARCIANO – Lo sport è spesso una questione di famiglia e sono molte le dinastie vincenti che hanno scritto pagine importanti in una disciplina. Non è così usuale che ciò accada in sport diversi. Le premesse sono quelle giuste a casa Pistola.

Andrea, allenatore di volley di serie A1 femminile da molti anni, partito dalle Marche allenando a Civitanova, Urbino, Loreto, Pesaro, è passato in estate dalla panchina di Cuneo a quella di Casalmaggiore (CR) per sognare una stagione di vertice.

A casa, nelle Marche, c’è la piccola Ilary, che si è subita appassionata al tennis molto più che alla pallavolo, cominciando a praticarlo e imponendosi nei tornei riservati alla sua categoria di età. Nel weekend la ragazza, tesserata per il circolo Baratoff Pesaro ma che si allena nella sua Montemarciano con il maestro Andrea Ramundo, ha ottenuto il primo successo internazionale vincendo sia nel singolare nel doppio al torneo per under 14 di Portoroz in Slovenia.

Nella finale del torneo ha battuto una tennista rumena in due set mentre nel doppio, in copia in coppia con Daniela Gramaticopolo ha superato un duo polacco.

La stagione continua giocando a Sassuolo un altro torneo internazionale e poi preparandosi ad altre trasferte europee con l’obiettivo di presentarsi al meglio ai Campionati Italiani di Casale Monferrato sognando il tricolore.

Per coach Ramundo: «I risultati non sono tutto, ma sicuramente sono importanti. Il lavoro di tutti i giorni, le centinaia di ore passate ad allenarsi dentro e fuori dal campo, devono portare a qualcosa, e questa vittoria lo conferma.  Ora, non c’è tempo per festeggiare: nuovo torneo, nuova sfida».