Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Pallanuoto, giovedì e venerdì si ricorda Riccardo Cesini

Giovedì e venerdì andrà in scena nella Piscina del Passetto un torneo all'italiana in memoria di Riccardo Cesini, ex capitano della Vela Nuoto Ancona scomparso nel marzo scorso. Presenti formazioni di Serie A2, B e C.

Riccardo Cesini scomparso nel marzo scorso

ANCONA- Due giorni nel ricordo di Riccardo Cesini, storico capitano della Barbato Design Vela Nuoto Ancona ed ex campione del mondo di vela prematuramente scomparso nel marzo scorso. Saranno due giornate di Pallanuoto, nella Piscina del Passetto, all’insegno del “common training” senza fasi finali con partite arbitrate da tesserati delle squadre partecipanti. Oltre alla Vela Ancona, padrona di casa e organizzatrice dell’evento, ci saranno le formazioni di Latina, Pescara e President Bologna di Serie A2, Rari Nantes e Imperia di Serie B e Team Osimo di Serie C. Le squadre si affronteranno nel più classico dei gironi all’italiana secondo il seguente calendario:

Giovedì 1 alle ore 18 Vela-Latina e alle 19.30 Imperia-Jesina. Quindi venerdì 2 alle 10 Imperia-Osimo, alle 11.30 Latina-Pescara, alle 13 Vela-Bologna, alle 14.15 Imperia-Jesina, alle 15.30 Latina-Bologna e alle 16.45 Vela-Pescara. Tra le fila anconetane presente Davide Cesini, fratello di Riccardo:

«Abbiamo colto questa occasione, all’inizio della nuova stagione, per organizzare un common training e dopo aver parlato con Davide (Cesini, ndr) e con la sua famiglia ci è sembrato opportuno stare insieme per ricordare Riccardo – spiega Coach Igor Pace – Infatti abbiamo invitato l’Imperia, società in cui ha giocato Davide, ci abbiamo provato anche con il Como, c’è il Pescara, tutte società care alla famiglia Cesini, sarà una bella occasione per ricordarlo. E probabilmente lo ripeteremo anche la prossima estate, in maniera più goliardica. Per la nostra squadra sarà la prima occasione per confrontarci con avversari di livello. Siamo ancora in fase di rodaggio, avremo l’occasione di rivedere in acqua anche Giacomo Cardoni, nonché di testare tanti giovani ex under 17, come Francesco Alessandrelli, Forgione, Moretti e Mulloni».