Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Operazione stazioni sicure, un arresto per il reato di immigrazione clandestina

L'uomo, un 28enne albanese, doveva scontare ancora 8 mesi di reclusione, ma da tempo era irreperibile. Fermato dalla Polizia Ferroviaria

La polfer alla stazione in una foto di repertorio
La polfer alla stazione in una foto di repertorio

ANCONA – Doveva ancora scontare otto mesi di reclusione, ma da tempo era irreperibile. Fino a ieri, quando la Polizia Ferroviaria lo ha stanato e condotto al carcere di Montacuto. Manette ai polsi di un cittadino albanese di 28 anni, sul quale gravava un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Torino per il reato di immigrazione clandestina.

L’uomo è stato notato alla stazione di Ancona dalla Polfer, che ha approfondito gli accertamenti interrogando la banca dati. Dopo le formalità di rito è stato condotto dietro le sbarre del penitenziario dorico. Nel corso del pomeriggio, il personale della Polizia Ferroviaria di Ancona ha emesso anche un provvedimento di “daspo” urbano nei confronti di un cittadino polacco di 41 anni, trovato in stato di ubriachezza all’interno della stazione. L’uomo, dopo essere stato sanzionato per l’ebbrezza alcolica e per le norme anti covid, è stato allontanato dallo scalo ferroviario.