Operazione Spiagge Sicure, al bando gli abusivi: Numana ottiene il finanziamento dallo Stato

È tra i 54 comuni italiani che sono rientrati nello stanziamento del Fondo Unico di Giustizia per la lotta all’abusivismo. Due milioni e cinquecentomila euro è l'ammontare complessivo messo a disposizione dal Governo. In arrivo spray al peperoncino e divise da spiaggia per gli agenti, oltre a 3 nuove telecamere per il controllo del territorio

Polizia Locale di Numana
Polizia Locale di Numana

NUMANA- Tolleranza zero contro i venditori ambulanti e i clienti che acquistano merce contraffatta. È quanto prevede l’operazione Spiagge Sicure varata dal Ministro Matteo Salvini. Una stretta contro l’abusivismo dove un ruolo preponderante è svolto dalla Polizia Locale, ma che vede scendere in campo anche Polizia di Stato e Guardia di Finanza. I soldi confiscati alla criminalità verranno impiegati per finanziare i controlli, eseguiti dagli agenti della Polizia Locale nell’ambito del pattugliamento delle spiagge.

Numana è tra i 54 comuni italiani che sono rientrati nello stanziamento del Fondo Unico di Giustizia per la lotta all’abusivismo. Due milioni e cinquecentomila euro è l’ammontare complessivo messo a disposizione dal Governo. Oltre Numana, nelle Marche sono stati ammessi anche altri comuni: Senigallia, San Benedetto del Tronto, Porto Recanati, Porto Sant’Elpidio e Gabicce Mare.

La Polizia Locale di Numana

Una lotta, quella all’abusivismo, che Numana ha avviato tra le prime in Italia già nel 1995 e che ha rafforzato nel 1999 con l’istituzione del pattugliamento antiabusivismo in spiaggia.

Il progetto elaborato dal Comandante della Polizia Locale di Numana, il Commissario Coordinatore Roberto Benigni, riguarda sia il personale dedicato a presidiare le spiagge, sia le dotazioni degli agenti, che saranno muniti di spray al peperoncino anche nei casi in cui il personale non sia di ruolo. Tra le novità in arrivo la divisa da spiaggia e tre nuove telecamere, che saranno posizionate nelle zone dove c’è una maggiore concentrazione di abusivismo.

Intanto proprio in questi giorni proseguono i controlli serrati, che hanno portato il N.O.A., Nucleo Operativo Antiabusivismo, a maxi sequestri di merce contraffatta proprio sulle spiagge di Numana e Marcelli.

«Stiamo applicando nelle Marche – spiega il dottor Luca Natalucci, segretario provinciale di Polizia Locale – la stessa modalità di controllo del territorio che ho avuto occasione di sperimentare lavorando all’U.O.S., Unità Operativa Speciale di Ravenna. Un metodo che sta dando grandi risultati anche qui nella lotta all’abusivismo».

«Abbiamo già realizzato una ventina di verbali e sequestrato una mole ingente di merce contraffatta – spiega il Comandante della Polizia Locale di Numana – un progetto che va avanti con la collaborazione della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza, perché rientra nell’ambito di un accordo per lo scambio di informazioni siglato nel 2016 tra Prefettura di Ancona, alcuni comuni costieri, come Senigallia e Numana e associazioni come Confcommercio e Confartigianato. Un accordo che è stato rinnovato e che da quest’anno ha ripristinato il pattugliamento quotidiano delle spiagge».