Numana riparte: stabilimenti pronti ad accogliere i turisti. «Esempio di orgoglio marchigiano»

La gara di solidarietà tra gli stabilimenti balneari per far ripartire subito le attività della nota località turistica flagellata dal maltempo, è iniziata e sono stati reperiti circa 100 pezzi tra ombrelloni, lettini e sdraio che saranno consegnati in vista del weekend

La spiaggia di Numana
La spiaggia di Numana

NUMANA- Numana riparte ed è pronta ad accogliere i turisti in vacanza nella Riviera del Conero. A pochi giorni dalla devastazione provocata dal maltempo di martedì 9 luglio, le spiagge sono state sistemate e pulite. Questa mattina con il sole splendente ombrelloni aperti e tanta voglia di far decollare la stagione.

«La spiaggia di Numana è pronta ad accogliere visitatori e turisti. Un meraviglioso esempio di orgoglio marchigiano» scrive dalla sua pagina Facebook la Regione Marche.

Gli operatori balneari più colpiti dalla furia del vento hanno lavorato sodo e già alcuni stabilimenti sono tornati operativi. Inoltre, nella tarda mattinata di oggi, arriveranno ombrelloni e lettini da parte dei colleghi di Ancona, Senigallia, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio che hanno voluto dare un aiuto concreto. La gara di solidarietà tra gli stabilimenti balneari per far ripartire subito le attività di Numana è iniziata e sono stati reperiti circa 100 pezzi tra ombrelloni, lettini e sdraio con l’obiettivo di arrivare a 300. La Confcommercio Marche Centrali è intervenuta per assicurare una consegna veloce in vista del weekend.

La spiaggia distrutta dalla furia del maltempo

«Sono fiero della generosità nata dagli operatori di settore associati al Sib-Confcommercio Marche Centrali – commenta il Direttore Confcommercio Marche Centrali prof. Massimiliano Polacco –. È nata una vera e propria catena della solidarietà tra i nostri stabilimenti balneari che ha portato subito ad un risultato concreto: reperire ombrelloni, lettini e sdraio da consegnare agli stabilimenti balneari che non ce li hanno più. Un attestato di sensibilità nei confronti di chi svolge la stessa attività. Adesso vogliamo consegnare il prima possibile questo materiale per dare la possibilità agli stabilimenti di Numana, devastati dal tifone di martedì, di riprendere a lavorare subito. Si creerà una sorta si arcobaleno della solidarietà perché ci saranno negli stabilimenti balneari colpiti, attrezzature di vari colori a comporre un miscuglio originale che potrebbe anche caratterizzare la rinascita di quel tratto di litorale così devastato».