Bufera nelle Marche, Ceriscioli a Numana: «Chiederemo lo stato di calamità» (FOTO E VIDEO)

All'indomani della tromba d'aria che ha colpito la località balneare, si inizia a fare i conti con gli ingenti danni che hanno riguardato alcuni stabilimenti, il palazzetto dello sport e e alcune infrastrutture. L'estate però va avanti e il sindaco Gianluigi Tombolini è positivo: «Numana è pronta ad accogliere i turisti»

NUMANA – Palazzetto dello sport distrutto, cinque stabilimenti balneari danneggiati, oltre 12 pali dell’illuminazione pubblica divelti, marciapiedi e staccionate rotti dagli alberi abbattuti dal vento. All’indomani del maltempo che ha flagellato la costa delle Marche, Numana inizia a fare i conti con gli ingenti danni causati dalla tromba d’aria di ieri (9 luglio).
Il presidente regionale Luca Ceriscioli si è recato oggi (10 luglio) nella cittadina balneare per un sopralluogo accompagnato dal sindaco di Numana Gianluigi Tombolini e dal vicesindaco Gabriele Calducci.

Da sinistra Luca Ceriscioli, Gianluigi Tombolini e Gabriele Calducci
Da sinistra Luca Ceriscioli, Gianluigi Tombolini e Gabriele Calducci

«Un evento straordinariamente violento e rapido, con caratteristiche uniche», lo ha definito il presidente Ceriscioli che sta seguendo la situazione gomito a gomito con la Protezione civile regionale e a stretto contatto con le amministrazioni dei comuni danneggiati. «Inizialmente la priorità ha riguardato gli interventi relativi alle emergenze, immediatamente dopo partirà la rilevazione dei danni sulle strutture pubbliche, finalizzata alla richiesta dello stato di calamità». Da una prima stima i danni al patrimonio pubblico e agli esercizi commerciali, causati dal maltempo ammontano a «svariati milioni di euro», ha detto il presidente regionale, ai quali andranno a sommarsi anche quelli avuti dai privati. «Speriamo di ottenere le misure straordinarie a favore delle imprese e delle amministrazioni pubbliche danneggiate», ha detto Ceriscioli.

Tombolini, Ceriscioli e Calducci al palazzetto di Marcelli
Tombolini, Ceriscioli e Calducci al palazzetto di Marcelli devastato dalla furia del maltempo

Un territorio abituato a reagire alle emergenze e alle calamità quello delle Marche, già martoriato dal sisma del 2016 e ora dal maltempo. «Nonostante il momento delicato della stagione estiva  – ha evidenziato il presidente regionale – abbiamo bisogno di recuperare immediatamente immagine, perché gli investimenti che facciamo non possono essere penalizzati dalla calamità o da un messaggio che trasmette l’idea di incertezza. Dobbiamo subito recuperare i messaggi positivi che invitano i turisti a venire nella nostra regione, perché nonostante ci sia stato un momento molto difficile lo supereremo al meglio».

Da sinistra Luca Ceriscioli, Gianluigi Tombolini e Gabriele Calducci
Luca Ceriscioli, Gianluigi Tombolini, Gabriele Calducci

Positivo anche il sindaco di Numana Gianluigi Tombolini: «I danni sono stati indubbiamente ingenti ma la reazione dei cittadini e di tutte le forze dell’ordine che hanno contribuito affinché questo paese potesse ripartire sono stati immediati ed evidenti». «Siamo riusciti a garantire la sicurezza del paese, le strade sono tutte aperte nonostante gli alberi caduti che avevano interrotto il flusso dei veicoli. L’energia elettrica è tornata in tutte le abitazioni e credo che anche questo sia importante per far ripartire il tutto. Stiamo lottando contro il tempo per poter garantire ai tanti turisti che affollano le nostre spiagge una vacanza da sogno».

Intanto alcune strutture ricettive hanno ricevuto qualche disdetta alle prenotazioni, ma il sindaco rassicura: «Gli operatori hanno dimostrato una grande forza, grande energia e una grande capacità di reazione». «L’estate va avanti, così come il cartellone degli eventi» che già da domani (11 luglio) riprenderà la sua cadenza regolare. «Il piano di emergenza ha funzionato benissimo – ha sottolineato Tombolini – tanto che posso affermare con onore che già da domani il 90% delle strutture saranno funzionanti e la vita di questa località turistica riprenderà a pieno ritmo».

Intanto questa mattina alle ore 11, nella Sala Giunta del Palazzo Comunale, si è tenuta una riunione operativa alla presenza del sindaco Gianluigi Tombolini, del vice sindaco Gabriele Calducci, del comandante della Capitaneria di Porto di Numana, Laura Vinci, del responsabile Protezione Civile Enrico Trillini e del collega Luca Amico, del presidente dell’Associazione Bagnini Luca Paolillo. Nel corso dell’incontro sono stati stabiliti gli interventi da attuare, fra i quali, la pulizia delle strade, gestita dalla Protezione civile e dagli operai del Comune, il riordino delle spiagge dei balneari, ad opera degli addetti al salvataggio con il supporto degli uomini della Capitaneria di Porto.

«Numana è pronta ad accogliere i turisti» ha dichiarato il sindaco, sottolineando che da domani ripartiranno «tutte le attività», trasporto pubblico gratuito compreso. «Siamo pronti a combattere con il sorriso e felici di avere tanti turisti nella nostra riviera».

Proprio per domani a Numana è attesissimo l’arrivo dello psichiatra Paolo Crepet per la rassegna “Non a voce sola”. Appuntamento confermato per l’11 luglio alle 21,15 in Piazza del Santuario.