Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Neve e gelo, il Comune copre centinaia di buche. La sindaca Mancinelli: «L’obiettivo è aumentare la sicurezza»

Gli interventi di messa in sicurezza sulle strade sono scattati il 2 marzo e sono stati eseguiti senza interruzione, per un impegno di spesa pari a 25mila euro. I lavori continueranno nei prossimi giorni e in arrivo ci sono anche nuove asfaltature

Da sin. il vicesindaco Pierpaolo Sediari, l'assessore alle Manutenzioni Stefano Foresi e il sindaco Valeria Mancinelli

ANCONA – Dopo le nevicate, la pioggia e il ghiaccio, l’Amministrazione ha messo a punto un piano di interventi per mettere in sicurezza le strade ed eliminare le buche. «La priorità sono le strade oggetto di “pronto soccorso” – dichiara il sindaco Valeria Mancinelli – dove sono stati eseguiti interventi-tampone per stabilizzare il manto stradale, con il riempimento delle buche che si sono formate in alcune strade non recentemente asfaltate. Gli interventi sono scattati il 2 marzo e sono stati eseguiti senza interruzione, per un impegno di spesa pari a 25mila euro tra materiali utilizzati e ditte coinvolte. Il personale del Magazzino Comunale con reperibilità ha lavorato anche nel weekend e questi interventi continueranno nei prossimi giorni. È chiaro che questa non è la soluzione definitiva, ma elimina il pericolo e aumenta la sicurezza sulle strade».

L’assessore Foresi e il sindaco Mancinelli in via Palestro

La ditta Cappella dal 3 al 10 marzo è già intervenuta su via Mattei, rotatoria via Einaudi, via Marini (zona Benincasa), via della Ferrovia, via Bartolini, via XXV Aprile c/o Farmacia, via Bramante (inizio e civ.41), strada vecchia di Pietralacroce, Via del Conero, via Michelangelo civ.21, via Gentiloni civ.5, via Bocconi civ. 7-15, via Tiziano civ.8. La ditta Accorroni il 9 e il 10 marzo ha coperto le buche di via Brecce Bianche (Università e rotatoria via Ranieri), Largo XXIV Maggio-piazza Cavour-via Vecchini, via Birarelli, via Ungaretti – via Petrarca, via Bolignano – via Calcinare, via Candia (parte bassa Pontelungo), via Fornetto (direzione v. Alpi), strada vecchia del Pinocchio civ. 26°, via Toti – via Baracca, via Pesaro (incrocio con via Urbino), via san Martino tutta, via della Loggia, via Palestro (attraversamento pedonale), piazza della Repubblica (ingresso al porto). La ditta Papa dal 3 all’8 marzo è intervenuta in via Vecchini, via Palestro, via Varlè, via Marsala, via Montebello, via del Castellano, via Tavernelle (tratto tra via Castellano e via Ranieri), via Ranieri (tratto tra via Tavernelle e via Pirandello), via Pirandello, via Montale, via Montagnola (tratto direz. Pinocchio), via Pontelungo, via Madonnetta, Sappanico.

Voragine in via 8 marzo
(Foto: Vigili del Fuoco)

Dal 2 marzo fino a ieri la Squadra stradini Magazzino ha invece coperto le buche formatesi in via S. Gaspare civ.50, via Togliatti 2, via Montedago, via Trevi, via Ninchi 21-23, via Betti 7, via Grotte, via A. Piceno, ponte ricostruzione parte U. Bassi, rotatoria Posatora, via Isonzo, via Podgora, via Trieste, via Tagliamento, via Piave, via Thaon de Revel, via Trento, via De Bosis, via Corridoni, via Baracca, via Volterra, via Orsi, via S. Margherita, via Salvolini, via Caucci, via della Pergola, via VIII Marzo, via Angelini, via I Maggio (parte), via Mamiani 1/e, via Palestro, via Bentivoglio, zona S. Luigi (Gallignano e Agugliano), Candia (direz. Aspio e Baraccola). La squadra di reperibilità del Magazzino Comunale venerdì e sabato scorsi è intervenuta in via Passo Varano Mulino Stacchiotti via Russi, piazza Pertini, via Flaminia (da vecchia pesca al by pass), via Berti, via G. Bruno, rotatoria Montesicuro, Barcaglione (zona residence), Collemarino rotatoria Pacinotti via Redi, via del Carmine, Gallignano (fermata Conerobus), via Filzi, via Panoramica (angolo via Friuli), via F.lli Zuccari, via Montessori, via Palestro, piazza Pezzotti, via Colombo».

«Immediatamente dopo la fine delle nevicate – spiega Stefano Foresi, assessore alle Manutenzioni – il territorio è stato diviso in 6 zone, oggetto di sopralluogo dei tecnici comunali. La priorità è stata data alle strade più sollecitate dal traffico e, pertanto, con maggiore rischio per i mezzi che le percorrono. Le aree sono state a loro volta divise in 96 “zone” dove sono intervenuti i tecnici e il personale delle ditte esterne, che hanno utilizzato 10 tonnellate di sacchi di asfalto a freddo, 35 tonnellate di asfalto a freddo sfuso e 6 tonnellate di asfalto a caldo».

Voragine in via 8 marzo
(Foto: Vigili del Fuoco)

Questi interventi di “pronto soccorso” continueranno tra qualche giorno in altre vie. Alla ditta Accorroni sono già stati assegnati i lavori in via Barcaglione (incr. Provinciale), via Conca (inters. via Metauro), sottopasso via Filonzi, piazza Ugo Bassi (direz. Toroide), Collemarino rotatoria e incr. via Levi, via Volta e via Ville, via Mercantini, rotatoria via Zazzini, incr. via Zazzini e via Levi, piazza Pertini, Saline bivio per parco zoo, via Bentivoglio, via Redipuglia, piazza Stamira, via dell’Industria. Ancora da assegnare invece i lavori in via Flaminia, via Passo Varano, via Albertini, via Scataglini, via Pesaro, Saline, via del Carmine, via Miglioli, via Gentiloni rotatoria VIII Marzo, via del Conero, via Friuli, via Panoramica, via Borsellino, piazza Cavour.

Paolo Manarini, assessore ai Lavori Pubblici
Paolo Manarini, assessore ai Lavori Pubblici

Un secondo gruppo di interventi riguarda invece i cosiddetti “risanamenti parziali”, vale a dire lavori da eseguire a tratti, laddove necessario, su sedi stradali che hanno subìto ammaloramenti parziali. In questi tratti di vie verrà eseguita la bonifica del fondo stradale e l’asfaltatura, per una spesa di 150mila euro, e gli interventi sono già stati appaltati. Un terzo gruppo di interventi, per un importo pari a 2milioni e 350mila euro, riguarda invece due nuovi lotti di strade da risanare e asfaltare, previsti nel Programma Triennale OOPP. Questo terzo gruppo di lavori è ancora da appaltare e gli interventi saranno completati nell’arco della stagione autunnale. «Stiamo aggiornando l’elenco delle vie interessate dal secondo e terzo gruppo di interventi – sottolinea Paolo Manarini, assessore ai Lavori Pubblici – l’ondata di maltempo ha reso necessaria qualche modifica al programma definito».

Per quanto riguarda gli interventi residui 2017 – continua Manarini – c’è in programma, a breve, il completamento di via Piave con il completo rifacimento del tappeto di asfalto che verrà eseguito una volta terminato il lavoro dei sottoservizi. Inoltre, i nuovi asfalti riguarderanno l’anello attorno a piazza Cavour, in continuità con corso Stamira e Largo XXIV maggio, includendo anche via Vecchini. In previsione ci sono anche interventi su via Totti e via Corridoni. Questi interventi sono tutti stati aggiudicati e, a breve, partiranno».