Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Neve, il Comune di Ancona cerca spalatori. Riunione per la viabilità in Prefettura

L’ondata di gelo dalla Siberia sta per colpire anche il capoluogo e questa mattina (sabato 24 febbraio) ci sarà la riunione del Coc. Durante l'incontro sarà decisa l’eventuale chiusura delle scuole per uno o due giorni

ANCONA – È in arrivo dalla Siberia Burian, una sferzata di aria freddissima che porterà neve e gelo nelle Marche. Domani e lunedì la Protezione civile regionale segnala nevicate diffuse fino alla fascia costiera e un marcato calo delle temperature. A partire dalle prime ore di domani, le nevicate saranno inizialmente fino a 300m, per abbassarsi fino al livello del mare dal primo pomeriggio.

Stefano Foresi, assessore alla Sicurezza

Il Comune di Ancona ha così emesso un’ordinanza e predisposto un piano di pronto intervento, mentre l’assessore alla Protezione Civile Stefano Foresi ha convocato il Coc per questa mattina alle 11. Durante la riunione sarà decisa l’eventuale chiusura delle scuole per uno o due giorni, mentre è già stato nuovamente rinviato El Carnevalò (previsto domani) a data da destinarsi. «Ieri ci sono stati diversi allagamenti a causa della pioggia – dichiara Stefano Foresi, assessore alla Protezione Civile –  e oggi ci sarà la riunione del Coc dove valuteremo se chiudere o meno le scuole, visto che domani dovrebbe cominciare a nevicare. Ogni giorno sono in contatto con la Protezione Civile regionale per aggiornamenti costanti sulle previsioni meteorologiche e le riunioni operative dei tecnici comunali e dei responsabili dei servizi continueranno sia oggi che domani per fare il punto sulla situazione monitorata».

Ieri la Sala operativa unificata permanente del servizio Protezione civile della Regione Marche ha diramato un messaggio di allertamento che ha attivato una fase di preallarme sul territorio regionale, viste le previsioni relative alle 24 ore comprese tra la mezzanotte di ieri e le ore 4 di oggi. La situazione nella mattinata di ieri risultava all’interno dei parametri della normalità. Tuttavia considerate le previsioni, la Sala operativa e il Centro funzionale della Protezione civile regionale monitorano costantemente tutte le situazioni esposte a maggiore criticità.

Intanto l’Amministrazione dorica, viste le condizioni meteorologiche, per lo sgombero della neve dai marciapiedi e dalle vie cittadine, cerca spalatori con contratto di prestazione occasionale (9 euro). I soggetti interessati, purché maggiorenni e che non abbiano superato cinquantacinque anni di età, potranno comunicare la propria disponibilità inviando a spalatori@comune.ancona, entro le ore 8.30 di lunedì, un modulo disponibile sul sito del Comune, compilato con i seguenti dati: nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza, codice fiscale, idoneità fisica all’attività di spalatura neve, recapito telefonico cellulare al quale poter essere contattati.

L’Amministrazione si riserva la facoltà di contattare, se necessario, i soggetti che abbiano inoltrato il modulo di dichiarazione di disponibilità, secondo l’ordine di ricezione delle mail.
In caso di chiamata i soggetti convocati dovranno presentarsi muniti di idoneo vestiario (giaccone, guanti, cappello e scarponi), recando con sé un documento di identità in corso di validità. Poiché trattasi di esigenza straordinaria ed eccezionale, in caso di indisponibilità o irreperibilità telefonica dei soggetti entro i tempi compatibili con l’emergenza, il Comune scorrerà la lista e contatterà le altre persone che hanno inviato la mail.

In vista della neve, anche in Prefettura ieri si è svolta la riunione del Comitato Operativo Viabilità, a cui hanno partecipato la presidente della Provincia Liana Serrani, l’assessore alla Protezione civile del comune di Ancona Stefano Foresi, i rappresentanti della Protezione civile regionale, della Questura, della Polizia Stradale, del Comando provinciale Carabinieri, dei Vigili del Fuoco, della Polizia Municipale di Ancona, dell’Anas. Come prevede il piano neve provinciale, se necessario potrebbero essere chiusi i caselli autostradali, con conseguente afflusso dei mezzi pesanti verso la rete di aree di stoccaggio. Gli Enti proprietari delle strade (Autostrade per l’Italia, Anas, Provincia, Comune di Ancona) hanno assicurato l’immediata disponibilità di spazzaneve e spargisale. In caso di blocchi del traffico sulla viabilità provinciale, potrebbero essere attivati percorsi alternativi. Per le emergenze, la Croce Gialla è attrezzata con mezzi dotati di gomme termiche e catene e con un fuoristrada, eventualmente operativo con barella, in grado di raggiungere zone difficili.