Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Muro di sostegno a Vallemiano, Diomedi (M5S): «Cantiere abbandonato, amministratori distratti»

La consigliera denuncia che da oltre una settimana la recinzione è aperta e che un'escavatrice «riposa all'interno del cantiere», segnalando tutto all’Urp e al Comando della Polizia Municipale

Cantiere nell'area dell'ex-Mattatoio a Vallemiano

ANCONA – I lavori sul muro di sostegno nell’area dell’ex-Mattatoio a Vallemiano sono stati ultimati, ma il cantiere è ancora allestito con una escavatrice di notevoli dimensioni. «Da troppo tempo c’è un cantiere di fronte alla Coop, nel parcheggio adiacente la Casa delle Culture – denuncia Daniela Diomedi, consigliere comunale del M5S – il lavoro sarebbe dovuto essere ultimato ad aprile 2018 e il cantiere, pertanto, ad oggi dovrebbe essere chiuso».

La consigliera ha presentato recentemente un’interrogazione sulla questione all’assessore ai Lavori Pubblici Paolo Manarini per avere informazioni, «considerato che nell’area insiste una recinzione al cui interno “riposa” una escavatrice di notevoli dimensioni. L’assessore ci ha assicurato che il lavoro è concluso e che il muro è stato rifatto, ma che il Comune sta aspettando che la Soprintendenza gli dica come “ricoprirlo” per renderlo esteticamente consono, perché su quel muro c’è un vincolo».

«In attesa della Soprintendenza – continua la Diomedi – visto che l’opera è comunque conclusa e il muro è rifatto, perché c’è ancora l’area cantiere, con cartellonistica scaduta, e perché all’interno c’è l’escavatrice? E, soprattutto, perché quel cantiere non è custodito? Da oltre una settimana la recinzione è aperta. Gli amministratori sono distratti. Ho segnalato tutto all’Urp e al Comando della Polizia Municipale e ho chiesto gli atti della fantomatica richiesta di parere alla Soprintendenza. Ad ora nessuna risposta».

L’escavatrice e la recinzione aperta