Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Multiservizi: «Nessun allarme, ma attenzione al consumo dell’acqua»

Siamo alla fine di giugno ma il caldo è quello dell’estate piena. I consumi idrici sono alti, ben al di sopra della media del periodo

ANCONA – Siamo alla fine di giugno ma il caldo è quello dell’estate piena. I consumi di acqua sono alti, ben al di sopra della media del periodo. Gli impianti idrici e il personale addetto stanno lavorando a pieno ritmo per garantire un livello costante di acqua nei serbatoi che alimentano la rete idrica della provincia di Ancona.

«Nel territorio servito da Multiservizi – dichiara il direttore Patrizio Ciotti – non c’è allarme né emergenza, ma tutti dobbiamo collaborare per scongiurare uno stato di crisi. L’acqua va utilizzata consapevolmente negli usi quotidiani, specialmente quando si annaffiano orti e giardini o si riempiono piscine, visto che siamo solo all’inizio dell’estate. Ad oggi l’erogazione dell’acqua è regolare. Il prelievo dalle sorgenti Gorgovivo, che riforniscono gran parte dei 43 Comuni gestiti da Multiservizi e rappresentano la struttura portante del rifornimento idrico, è in linea con gli anni precedenti. Per Senigallia, Falconara, Ancona dove nel periodo estivo i consumi quasi raddoppiano, sono stati messi in funzione anche i pozzi di sub alveo. Se il caldo continua con temperature costantemente sopra i 30°, occorrerà mantenere alta l’attenzione ai prelievi di acqua per non superare il limite massimo di 1400/1500 litri al secondo, stabilito per Gorgovivo». L’invito dell’azienda è di evitare gli sprechi e porre grande attenzione all’uso dell’acqua, nella convinzione che un comportamento responsabile pone al riparo da una possibile emergenza.