Falconara, cadavere nel fiume Esino. A dare l’allarme un pescatore

Il corpo, in avanzato stato di decomposizione, appartiene ad un uomo adulto. La sua identità è ancora sconosciuta e ignote le cause del decesso. Sul posto i carabinieri di Falconara e il Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Ancona

I carabinieri di Falconara sul posto, nel luogo dove è stato trovato il cadavere

FALCONARA – È stato trovato in posizione supina, arenato in una secca. Ignote le generalità. A scovare il cadavere di un uomo questa mattina, giovedì 13 giugno, è stato un pescatore che si accingeva a raggiungere il greto dell’Esino, a circa 300 metri dalla foce. Sul posto i carabinieri di Falconara e il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia carabinieri di Ancona.

Ciò che si sa, al momento, è che il cadavere, in avanzato stato di decomposizione, appartiene ad un uomo adulto. La sua identità è ancora sconosciuta. Ignote le cause del decesso. Potrebbe essere stato trasportato dalla corrente del fiume. Al lavoro sul posto il medico legale Manuel Papi.

Il medico legale sul posto

Il pescatore ha raccontato di aver visto nel fiume una sagoma umana e ha chiamato subito il 112. Erano circa le 8.

Il corpo, che sembrerebbe essere stato in acqua per molto tempo, è stato trasportato all’ospedale Torrette di Ancona dove sarà eseguita la visita necroscopica.

(Notizia in aggiornamento)