Morto con una pistola in mano, choc in campagna

Un uomo di 34 anni è stato trovato in via Montegalluzzo, zona Montesicuro, privo di vita. Ha lasciato l’auto parcheggiata davanti a un’abitazione, dentro un biglietto di addio. Sul posto i carabinieri di Brecce Bianche che hanno accertato il suicidio

I carabinieri e i soccorritori della Croce Gialla di Agugliano sul luogo del rinvenimento
I carabinieri e i soccorritori della Croce Gialla di Agugliano sul luogo del rinvenimento

ANCONA – La chiamata al 118 era arrivata per un malore ma quando l’ambulanza è giunta sul posto ha trovato un uomo a terra, sotto un albero, con una pistola in mano. Era morto. I sanitari, sul posto l’automedica e la Croce Gialla di Agugliano, hanno chiamato i carabinieri ed è arrivata una pattuglia della stazione di Brecce Bianche. È successo in via Montegalluzzo, nella frazione di Montesicuro, attorno alle 10.

I militari poco dopo hanno identificato il corpo: si tratta di un 34enne residente in provincia. Ieri sera aveva detto alla moglie che andava al lavoro. Questa mattina la donna, non vedendolo tornare si è preoccupata. In casa non c’era più la pistola (regolarmente detenuta) così ha avvisato i suoceri che hanno iniziato a cercarlo trovandolo in una abitazione che in passato era stata di proprietà della famiglia. Lì era giunto anche il proprietario della casa che ha trovato l’auto del 34enne parcheggiata davanti all’accesso principale. Sotto un albero ha visto il corpo chiamando subito i soccorsi del 118 pensando ad un malore. Poi è stata vista l’arma.

In auto ha lasciato un biglietto di addio chiedendo scusa ai familiari. Il biglietto ha confermato il gesto volontario. Tra poco sarebbe diventato padre. Si attende il nullaosta della Procura per liberare la salma e restituirla ai familiari per il funerale.