Meno studenti nelle classi, ma aumentano gli stranieri

Il 15 settembre torneranno sui banchi di scuola quasi 9mila alunni, mentre i servizi comunali per la prima infanzia riapriranno venerdì 8 settembre. Tra le novità di quest'anno l’introduzione dell’obbligo vaccinale

ANCONA – Sono quasi 9 mila (8.808 per la precisione) gli studenti anconetani, suddivisi in 399 classi, che il 15 settembre torneranno sui banchi di scuola. Prosegue la progressiva diminuzione della popolazione scolastica, rispetto all’anno scolastico precedente (-127 alunni), ma aumentano gli alunni stranieri, (+66) che costituiscono il 17,38% della popolazione scolastica. Le scuole più popolate sono le primarie con 4.149 alunni per 199 sezioni in 22 scuole; seguite dalle secondarie di primo grado con 2.529 studenti per 109 sezioni in 11 scuole, mentre per l’infanzia si registrano 2.130 bambini in 91 sezioni per 29 scuole. L’istituto comprensivo più affollato è quello di Grazie Tavernelle con 1.340 iscritti, seguito da Pinocchio – Montesicuro (1.280) e da Posatora, Piano Archi con 1.171 iscritti.

«La popolazione scolastica è leggermente diminuita – dichiara l’assessore alle Politiche Educative, Tiziana Borini – per il calo della natalità. Ci troviamo comunque di fronte ad una situazione poco diversa rispetto a quella dello scorso anno per quanto riguarda il numero di iscrizioni. Con grande soddisfazione iniziamo questo nuovo anno scolastico con proposte formative di qualità e continuerà anche il tavolo dei dirigenti scolastici e dell’Amministrazione che già l’anno scorso si è riunito ogni due mesi. Stiamo portando avanti un lavoro di messa in rete delle esperienze delle nostre scuole, per un confronto costante».

L’assessore alle Politiche Educative Tiziana Borini e l’assessore ai Lavori Pubblici Paolo Manarini

Tra le novità di questo nuovo anno scolastico, l’introduzione dell’obbligo vaccinale. Per gli asili nido se ne occupa direttamente il Comune e i genitori, al momento dell’ammissione, devono presentare agli uffici comunali un’autocertificazione sulle vaccinazioni effettuate. Per gli altri gradi di istruzione, saranno direttamente i Servizi vaccinali dell’ASUR Marche ad avvisare con una lettera, le famiglie dei bambini non in regola con gli obblighi previsti dalla nuova legge nazionale sui vaccini per accedere a nidi, materne e scuole dell’obbligo. Ad esclusione dei nidi, per gli altri gradi i genitori dovranno presentare l’autocertificazione nelle segreterie scolastiche della scuola di appartenenza. «Ci atteniamo alle linee guida fornite dalla Regione e dall’Asur – assicura la Borini – e sosteniamo l’attività delle direzioni e delle segreterie scolastiche».

PRIMA INFANZIA – I servizi comunali per la prima infanzia riapriranno venerdì 8 settembre e nella prima settimana di ri-ambientamento (8-14 settembre) tutti i servizi funzioneranno fino alle ore 14.30. Nel Comune funzioneranno i seguenti servizi, rivolti alla fascia 3 mesi – 3 anni, per un totale di 576 bambini con la distinzione dell’offerta educativa, secondo le diverse necessità organizzative delle famiglie : 13 nidi di Infanzia con una ricettività di 508 bambini; 1 Sezione Primavera “L’Isola di Elinor” per bambini dai 24 ai 36 mesi e con ricettività di n. 20 posti e 1 Tempo per le Famiglie con una ricettività di 48 coppie genitori e bambini.

SERVIZIO MENSA SCOLASTICA – Il servizio sarà attivo da lunedì 18 settembre presso tutte le scuole d’infanzia e primarie a tempo pieno. Per gli utenti delle scuole primarie a tempo prolungato l’avvio del servizio sarà successivo, non appena i dirigenti scolastici avranno predisposto il servizio di vigilanza per i bambini che intendono fruire della mensa scolastica con modulo del tempo prolungato. Il servizio per gli asili nido invece sarà attivo dall’8 settembre. Il servizio di mensa scolastica sarà erogato presso 31 scuole d’infanzia e 11 scuole primarie a tempo pieno e 9 scuole primarie a tempo prolungato. I pasti verranno confezionati presso i 5 centri cottura, dei quali 3 gestiti direttamente dal Comune (Gramsci, Montedago, Fantasia) e 2 affidati in appalto (Redipuglia, BabyFood), ma sempre utilizzando derrate alimentari acquistate dal Comune. I pasti erogati nell’anno scolastico 2016/2017 agli iscritti alle scuole d’infanzia e primarie a tempo pieno sono stati 493.423, oltre 3mila al giorno.

SERVIZIO SCUOLABUS – Gli iscritti quest’anno sono 617. Saranno attivate come sempre le linee di Pedibus. Allo stato attuale i mezzi a disposizione per effettuare il trasporto sono 18; a questi vanno aggiunti alcuni mezzi meno nuovi (ma sempre soggetti a verifiche e controlli) che vengono utilizzati in caso di necessità e per brevi tragitti. Gli autisti in servizio sono 19 ed effettuano anche turni pomeridiani per garantire il servizio anche alle scuole a tempo pieno.

FORMAZIONE – Venerdì 1 settembre si svolgerà un incontro formativo rivolto a tutti i docenti delle scuole degli otto Istituti Comprensivi della città (circa 900 insegnanti) e aperto al personale educativo dei nidi e dei servizi per la prima infanzia. Su proposta del Tavolo dei Dirigenti Scolastici l’iniziativa si configura come collegio dei docenti. Questo evento è un’anteprima del Festival Kum! che quest’anno ha come tema “L’ingovernabile”. Domani, dunque, dalle ore 10 circa il prof. Aldo Becce terrà una lezione ai docenti presso il teatro delle Muse, dal titolo “L’ingovernabile a scuola”. Inoltre il 4 e 5 settembre si terranno due seminari rivolti alle educatrici dipendenti comunali, educatrici di Cooperativa e a un gruppo di insegnanti delle scuole dell’Infanzia, nell’ambito del progetto sulla continuità educativa nido/scuola sul tema: “L’intreccio delle relazioni nei contesti educativi. Gli adulti e i bambini: legami, dinamiche, contesti e strategie organizzative”, condotti dagli esperti Nice Terzi e Marco Fibrosi.