Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Mc Donald’s a Torrette, Rubini: «Danno inferto al quartiere»

Secondo Francesco Rubini, di Altra Idea di Città, il fast food porterà ancora più traffico nella zona e non avrà ricadute positive per il territorio

Il cantiere
Il cantiere

ANCONA- Oggi, mercoledì 12 settembre, apre il Mc Donald’s di Torrette e proprio come un anno fa, piovono polemiche per il fast food costruito in uno dei punti più trafficati del quartiere. Altra Idea di Città si scaglia contro l’amministrazione Mancinelli.

«Il Mc Donald’s di Torrette è il quarto in pochi anni tra Osimo Stazione e Senigallia, distanti neanche 60 km l’uno dall’altro. Ennesimo punto vendita della multinazionale del fast food contro cui ci siamo battuti fin dall’arrivo della proposta in Consiglio Comunale- dichiara Francesco Rubini, capogruppo di Altra Idea di Città-. Il Mc Donald’s a Torrette è infatti una realizzazione urbana completamente illogica dal punto di vista della viabilità e dello smog perché introduce, in un quartiere già martoriato dal traffico pesante e dall’afflusso di mezzi da e per l’ospedale e l’università, un altro attrattore di traffico. Illogica sul piano dello sviluppo della zona che sarà sempre più assediata da auto in transito senza alcuna diretta ricaduta positiva per il territorio che, anzi, sta già vivendo le inevitabili chiusure di alcuni locali limitrofi ammazzati in partenza dalla concorrenza “sleale” della multinazionale.

Francesco Rubini, consigliere Altra Idea di città

Siamo quindi di fronte ad un vero e proprio danno inferto a Torrette e alla città tutta che, ancora una volta, vede depredata la sua anima in cambio di pochi soldi, sporchi e subito. Un grave errore strategico da parte dell’amministrazione Mancinelli, nuovamente prona alle logiche del mercato e delle grandi multinazionali, incapace di stimolare buona occupazione, piccolo commercio, mercati rionali e più in generale un’idea di città sostenibile, dal punto di vista umano ed ambientale».