Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Obbligo di mascherine all’aperto, stretta sui controlli ad Ancona. Rovaldi: «Ora informiamo; poi sanzioni»

La comandante della Polizia Locale assicura di procedere per gradi: al via in questi giorni attività di sensibilizzazione verso le persone da parte degli agenti poi però si passerà alle multe

ANCONA – «Al momento stiamo sensibilizzando i cittadini sull’entrata in vigore della nuova ordinanza, dopodiché scatteranno le sanzioni per chi non indossa la mascherina all’aperto, dalle 18 alle 6». La comandante della polizia locale di Ancona, Liliana Rovaldi, spiega che «in questa prima fase vogliamo che le persone comprendano l’importanza delle nuove regole, in modo da garantire la sicurezza di tutti».

L’ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, in vigore dal 17 agosto fino al 7 settembre, dispone infatti che «è fatto obbligo dalle ore 18.00 alle ore 06.00 sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale». Inoltre l’ordinanza ha previsto la chiusura delle discoteche.

LEGGI ANCHE: Chiusura dei luoghi da ballo: «Le discoteche sono il capro espiatorio. Così si incentiva l’abusivismo»

Chiusura delle discoteche, un addetto ai lavori di Fano va controcorrente: «Colpa nostra»

Liliana Rovaldi, comandante della Polizia Locale di Ancona

Se ancora c’è chi continua a camminare per le vie e le piazze del centro storico senza la mascherina, è in aumento il numero di coloro che la indossano. «I vigili stanno informando i cittadini sull’obbligo della mascherina all’aperto, dalle ore 18 alle 6, – spiega la Rovaldi – e stiamo riscontrando che tutti ne hanno una con sé, nella borsa o in tasca. In questi primi giorni invitiamo le persone ad indossarla, ma nelle prossime settimane coloro che non rispetteranno la nuova ordinanza, saranno sanzionati».

La Polizia locale è dunque impegnata nella prevenzione e sta informando i cittadini sull’entrata in vigore della nuova ordinanza e sul rischio della multa. «Se una persona cammina in una via da sola – precisa la Rovaldi – dove non ci sono assembramenti, non ha l’obbligo di indossare il dispositivo di protezione. Invece, ad esempio nei parchi, accade spesso che vicino ai giochi i genitori dei bambini parlino insieme e siano vicini. In questo caso devono indossare la mascherina».