MarketplaceDay, le imprese fanno rete. Paolo Castelli: «L’unione fa la forza»

L'architetto, titolare dell'omonima azienda bolognese che esporta il 90% dell'arredo prodotto, è intervenuto ad Ancona per portare la sua testimonianza. Oltre 500 i desk allestiti e più di 2000 i visitatori per l'evento che ha attirato molti imprenditori da tutta la regione

ANCONA – Conoscere altre aziende, stringere relazioni e partecipare ai convegni. Sono queste essenzialmente le motivazioni che hanno spinto moltissimi imprenditori a partecipare alla sesta edizione del MarketplaceDAY, l’evento promosso da Confindustria Marche Nord e Piccola Industria Confindustria Marche, tenutosi il 17 maggio al Palaindoor di Ancona.
L’iniziativa anche quest’anno ha coinvolto tutta la regione per creare un ponte di dialogo e collegamento fra le imprese del territorio, i ricercatori, le università, le start-up, gli operatori esteri e gli istituti di credito. Oltre 500 i desk allestiti e più di 2000 i visitatori giunti ad Ancona.

Tra gli imprenditori presenti in qualità di ospite ha partecipato l’architetto Paolo Castelli, titolare e Ceo dell’omonima azienda con sede principale a Ozzano dell’Emilia (Bo), leader nell’arredamento esclusivo, nel design e nel general contracting.
La Paolo Castelli, che ha sedi anche a Milano, Carrara, Parigi e Londra, esporta all’estero il 90% della produzione realizzata interamente in Italia da filiere di artigiani. Un vero e proprio esempio di impresa che ha saputo internazionalizzare e che anche nell’anconetano conta diversi fornitori. Paolo Castelli ha espresso la sua ammirazione per la qualità dei prodotti Made in Marche, e ha suggerito agli imprenditori del territorio di allearsi perché, come ha sottolineato, «l’unione fa la forza».

Presente anche il direttore responsabile della macro area Marche-Abruzzo di Ubi Banca, Roberto Gabrielli, che ha sottolineato l’importanza del credito per le imprese e la necessità di una massima trasparenza tra banca e impresa: «Le banche hanno bisogno di sapere come stanno le cose per poter poi definire le soluzioni migliori», ha detto.

Tra le imprese presenti con un loro desk anche la Zucchetti Centro Sistemi, intervenuta, come spiega dall’ufficio marketing Claudio Siepi, «per il rapporto di networking che si crea fra le aziende presenti». L’azienda, con quartier generale a Terranuova Bracciolini ad Arezzo, è specializzata nei software, healthcare, automation, robotics, green innovation e idealab. Il MarketplaceDAY è un momento di confronto importante per «trasportare nel mondo la nostra ingegneria e il nostro costruire», ha detto Gianni Cucco rappresentante della Assotec e della rete di imprese Canavese Inside.

Presente fin dalla prima edizione la Quark di Fabio Agabiti Rosei, l’azienda jesina che effettua disinfestazioni e derattizzazioni, e che ogni anno torna volentieri per stringere nuove relazioni e perché, come spiega lo stesso Rosei, ha sempre «trovato molte opportunità». Una piazza interessante non solo per allacciare nuovi rapporti, spiega Stefano Zannini, uno degli amministratori della Zannini Spa, ma anche per «partecipare ai forum e acquisire maggiori competenze». La Zannini, con sede a Castelfidardo, è specializzata in minuterie metalliche tornite e componenti meccanici di precisione per i settori dell’automotive, delle serrature, dell’elettromeccanica, dell’idraulica, dell’utensileria a motore e della pneumatica.