Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Marciapiedi rotti, Ippoliti: «Donna caduta in via Thaon de Revel». Manarini: «Presto i lavori»

L'assessore ai Lavori Pubblici chiarisce che «il ritardo dell'intervento è stato causato dal coinvolgimento dell'impresa aggiudicataria in una vicenda giudiziaria»

Marciapiede di via Thaon de Revel

ANCONA – «I marciapiedi della città sono abbandonati a se stessi, dal centro al Pinocchio. Un mio amico mi ha raccontato che la moglie è caduta dal marciapiede di via Thaon de Revel, mentre passeggiava con i figli per raggiungere i laghetti nella zona del Passetto». È la denuncia del consigliere comunale Arnaldo Ippoliti (60100), per cui «c’è un problema di sicurezza e incuria da risolvere subito. Le persone cadono e si fanno male. Questa notizia triste denota come l’Amministrazione metta la sicurezza in secondo piano».

Paolo Manarini, assessore ai Lavori Pubblici
Paolo Manarini

«Nel 2019 – replica Paolo Manarini, assessore ai Lavori Pubblici – è stato fatto un appalto proprio per la sistemazione dei marciapiedi di via Thaon de Revel. La situazione quindi la conosciamo bene, tant’è che la sistemazione era stata inserita nella programmazione delle opere pubbliche. Purtroppo l’impresa aggiudicataria è risultata coinvolta in una vicenda giudiziaria, per cui gli uffici si sono orientati per la revoca dell’affidamento, dopo aver verificato attentamente la legittimità della revoca stessa».

«La revoca è avvenuta con determina del 2 novembre 2020, – continua Manarini – per cui ora gli uffici procederanno di nuovo all’affidamento secondo quanto previsto dal codice dei contratti, consultando le ditte secondo la procedura delle offerte per poter finalmente realizzare i necessari e urgenti lavori già programmati. La nostra attenzione verso i marciapiedi e le strade è conclamata dai programmi delle opere pubbliche e dai finanziamenti ingenti. È interesse dell’Amministrazione la sicurezza dei cittadini».

Arnaldo Ippoliti

«La priorità della sicurezza si dimostra con i fatti – denuncia Ippoliti – in sintesi l’Amministrazione conosce bene il problema, ma ancora non è intervenuta neppure posizionando delle balaustre per delimitare le zone pericolose». Intanto la Giunta ha stanziato 200mila euro per interventi straordinari sui marciapiedi della città: nei tratti dove i marciapiedi presentano vistosi avvallamenti e rotture, è prevista la demolizione e il rifacimento completo, mentre nei tratti dove il problema esiste nello strato superficiale, il ripristino della sola pavimentazione.

I lavori riguarderanno i marciapiedi di via Isonzo, Piazza Fontana, Piazza XXV Aprile, via Raffaello Sanzio, via Pesaro, via Ascoli Piceno, via Brodolini, via Michelangelo, via Canale, via Lambro, via Colleverde, via Togliatti, via Colombo, via Fano, via Volta. L’Amministrazione assicura che «si tratta di una prima parte di lavori a cui faranno seguito altri interventi analoghi in altre vie della città».

È infatti iniziata un’altra serie di interventi di manutenzioni, che riguardano la demolizione e ricostruzione del marciapiede in via Gervasoni per quasi cinquanta metri, oltre alla messa in sicurezza della pavimentazione in betonelle di Largo Maniera al Pincio. Inoltre è prevista la sistemazione dei marciapiedi in via Goito e in via Oddo Di Biagio e sono stati avviati i lavori per la manutenzione e sistemazione di tutto il  marciapiede lato destro, griglie e buche nel piazzale di via Monte D’Ago. Il prossimo cantiere che prenderà avvio in settimana sarà quello di via Capodistria, mentre la prossima settimana in via Lambro saranno demoliti e rifatti a nuovo i marciapiedi nel lato destro.

«Anche questi interventi forniscono una risposta concreta ai nostri cittadini che chiedono sicurezza nel transito pedonale, soprattutto in vista dell’inverno», commenta l’assessore alle Manutenzioni Stefano Foresi.

Marciapiedi di via Thaon de Revel (Foto: Arnaldo Ippoliti)