Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Marcheamorsi, ad Agugliano prima sfida regionale di taglio del prosciutto al coltello. Polacco: «Ritorno turistico per enogastronomia»

La singolare competizione si svolgerà domenica 5 giugno ad Agugliano al Ristorante "La Chiusa da Carola" dove i cinque contendenti selezionati faranno faville con i loro coltelli

ANCONA – Prima sfida nelle Marche di taglio del prosciutto al coltello. L’iniziativa è stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso la sede regionale di Confcommercio Marche Centrali ad Ancona. La singolare competizione si svolgerà domenica 5 giugno ad Agugliano al Ristorante “La Chiusa da Carola” dove i cinque contendenti, selezionati per la competizione, faranno faville con i loro coltelli.

A contendersi il titolo di migliore nelle Marche per il taglio del prosciutto saranno Saverio Berno (Maillard di Senigallia), Sandro Burini (Commerciante di Recanati), Chantal Monica Pistone (Ascoli Piceno), Marilena Novelli (Ditta Duca e Novelli di Agugliano) e Marco Freddi (Gastronomia F.lli Freddi di Ancona).

Una premessa è d’obbligo per comprendere l’importanza del taglio del prosciutto al coltello che è tutt’altro che semplice, è piuttosto invece un’arte che si impara da un maestro tagliatore e che si esercita con il tempo, acquisendo con la pratica rapidità del taglio, perfezione e addirittura coreografia nella presentazione delle fette nel piatto. Insomma ci vuole tecnica, anche perché solo il giusto taglio valorizza il gusto del prosciutto, visto, oltretutto che ogni parte del gustoso e saporito cosciotto ha caratteristiche diverse.

La giornata sarà suddivisa in due momenti: la mattina, a partire dalle ore 10, sarà la volta del Masterclass con Mirko Giannella, campione nazionale di Taglio del prosciutto al coltello. Giannella, a Madrid ha conquistato il titolo miglior intagliatore di prosciutto iberico al “Primo Concurso Inernational de Remate de Jamón Ibérico” che si è svolto nel 2021.Una presenza di primo piano.

Il momento pomeridiano della competizione prenderà avvio dalle ore 17 quando entrerà nel vivo la sfida a cinque, tra i marchigiani e ci sarà l’apertura dello stand per la degustazione del salume italiano e di prodotti tipici marchigiani. Un appuntamento con il gusto da non mancare assolutamente.

«È un evento importante cui teniamo perché ci permette di valorizzare una specialità, quella del taglio del prosciutto, e di promuovere prodotti del territorio con l’intento di creare visibilità ad una filiera ed avere anche ritorni di tipo turistico sull’enogastronomia» ha sottolineato il professor Massimiliano Polacco direttore generale Confcommercio Marche Centrali tra gli organizzatori della manifestazione.

Entusiasti per il successo riscosso dalla pima edizione dell’iniziativa in termini di iscrizioni, gli ideatori del contest, promotori della pagina Instagram Marcheamorsi: «La cosa è nata quasi per caso, girando per le Marche e mettendo in collegamento vari modi di tagliare il prosciutto – ha detto Graziano Stacchiotti –. Di lì l’idea della sfida che ha avuto un grande riscontro di iscritti e che ha prodotto cinque contendenti per la gara di domenica».

Alessio Berno del Ristorante La Chiusa da Carola ha ricordato l’apertura degli stand per la degustazione dei prodotti delle aziende che hanno aderito all’iniziativa. Un evento unico secondo Giuseppe Vitali di Re Norcino, altro promotore della giornata, che vuole valorizzare in primis il taglio al coltello del prosciutto troppo spesso sottovalutato: «Si tratta dell’ultima fase dell’utilizzo del prodotto ed è un momento fondamentale a cui non si presta il dovuto interesse».

Il campione italiano di taglio del prosciutto al coltello Mirko Giannella ha voluto sottolineare come «questo modo di completare la lavorazione del prodotto sia importante soprattutto per poterne esaltare la qualità».