Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Marche, tampone a chi torna da Spagna, Grecia, Croazia e Malta

Iniziativa per i turisti che rientrano in regione, poi sospesa in attesa dell'ordinanza del governo che darà un quadro normativo valido per tutto il Paese

Traghetti nel porto di Ancona (Foto: Regione Marche)
Traghetti nel porto di Ancona (Foto: Regione Marche)

ANCONA – Tampone obbligatorio per chi rientra da Spagna, Grecia, Croazia e Malta anche nelle Marche. Questa mattina, 12 agosto, così come si stava già facendo in Emilia Romagna e in Campania, il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, aveva dato disposizione di predisporre un’ordinanza per i turisti marchigiani in rientro dalle vacanze.

L’iniziativa si è però fermata, in seguito alla notizia che il governo, in accordo con la Conferenza delle Regioni, sta preparando un’ordinanza nazionale in grado di dare un quadro unitario di regole e criteri in tutta Italia.

Il provvedimento prevede che chi rientra da Spagna, Grecia, Croazia e Malta dovrà sottoporsi al tampone negli aeroporti, porti, luoghi di confine o, entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale, presso l’azienda sanitaria di riferimento.

Nel frattempo, nelle Marche sono 16 i nuovi positivi, ma calano i ricoveri: sono 10, una in meno di ieri. Vuote le terapie intensive. Nelle ultime 24 ore non è stato stato registrato nessun nuovo decesso per Covid, che resta a quota 987.