Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Quarta dose nelle Marche, nella prima giornata prenotati 3.263 over 60

La seconda dose booster (quarta dose) può essere somministrata alle persone che hanno dai 60 anni in su e ai fragili di tutte le età. Tra i prenotati, 2.769 hanno tra i 60 e i 79 anni

L'hub Paolinelli di Ancona (immagine di repertorio)

ANCONA – Nella prima giornata di apertura delle prenotazioni per la quarta dose del vaccino anti Covid, sono stati 3.263 i marchigiani che si sono prenotati (dato alle 17,30 di oggi). La seconda dose booster (quarta dose), può essere somministrata alle persone che hanno dai 60 anni in su e ai fragili di tutte le età.

Tra i prenotati, 2.769 hanno tra i 60 e i 79 anni, di questi 1.226 sono 60-69enni e 1.570 sono 70-79enni. La platea degli over 60enni interessati a questa campagna vaccinale ammonta a 386.868 marchigiani. Non disponibile il dato dei fragili.

Le prenotazioni possono essere effettuate sul sistema Poste per chi ha dai 60 anni in su. Le somministrazioni, che possono essere ricevute solo dopo la prenotazione, avvengono negli hub vaccinali della regione. Per prenotare basta accedere al link https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it o attraverso il sito della Regione Marche, avendo a disposizione il numero di tessera sanitaria e il codice fiscale della persona per cui si prenota, insieme ad un numero di cellulare al quale verrà notificata la conferma.

Chi ha diritto a ricevere la quarta dose? Potranno sottoporsi alla seconda dose booster, meglio nota come quarta dose di vaccino anti-Covid, tutte le persone che hanno compiuto 60 anni e i fragili di tutte le età. Per fragili si intendono le persone affette da malattie croniche come ad esempio quelle cardiologiche e respiratorie, ed i malati oncologici.

Che vaccino viene somministrato? Over 60 anni e fragili riceveranno il vaccino ad mRna, nei dosaggi autorizzati per la dose booster, ovvero 30 mcg in 0,3 mL per Comirnaty, 50 mcg in 0,25 mL per Spikevax. La somministrazione potrà avvenire purché sia trascorso un intervallo minimo di almeno 120 giorni dalla prima dose di richiamo o dall’ultima infezione successiva al richiamo (data del test diagnostico positivo), a tutte le persone dai 60 anni di età in su.

Per i fragili dai 12 anni di età in su viene somministrato il vaccino ad mRna ai dosaggi autorizzati per la dose booster e per età (dai 12 ai 17 anni con il solo vaccino Comirnaty al dosaggio di 30 mcg in 0,3 mL, A partire dai 18 anni viene somministrato il vaccino a mRna, al dosaggio di 30 mcg in 0,3 Ml per Comirnaty e di 50 mcg in 0,25 mL per Spikevax. La quarta dose anche in questo caso può essere somministrata trascorso un intervallo minimo di almeno 120 giorni dalla prima dose di richiamo o dall’ultima infezione successiva al richiamo data del test diagnostico positivo.