Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Marasca: «La vittoria è un risultato dal grande valore simbolico»

L’assessore alla Cultura di Ancona interviene sulla vincita del finanziamento di Coop Alleanza 3.0. che permetterà il restauro de "Il Giuramento degli Anconetani" di Francesco Podesti

Paolo Marasca, assessore alla Cultura
Paolo Marasca, assessore alla Cultura

ANCONA – «Siamo felici che “Il Giuramento degli Anconetani” di Francesco Podesti abbia vinto il finanziamento di Coop Alleanza 3.0. che ne permetterà il restauro. È un risultato dal grande valore simbolico e ringraziamo Coop per aver inserito il dipinto tra i pretendenti al restauro finanziato dalla società». Con queste parole l’assessore alla Cultura Paolo Marasca commenta l’esito del progetto “Opera tua” di Coop Alleanza 3.0. Dal 24 giugno al 14 luglio i soci Coop hanno infatti votato e scelto quale dipinto restaurare: il 68% ha scelto quello del Podesti, mentre la “Natura morta con cacciagione” del pittore Joannes Hermans, situato nella pinacoteca di Ascoli Piceno, ha raggiunto solo il 32% delle preferenze.

“Il giuramento degli anconetani” di Francesco Podesti

Il capolavoro locale, preferito dal 68% dei soci Coop votanti, ha vinto dunque la tappa dedicata alle Marche di “Opera tua”,  il nuovo progetto di Coop Alleanza 3.0 – la più grande cooperativa di consumatori del Paese – che unisce l’arte e i sapori del territorio, con 7 tappe fino a novembre, portando in 52 ipercoop lungo la Dorsale adriatica (dal Friuli-Venezia Giulia fino alla Sicilia) i migliori prodotti enogastronomici locali e sostenendo il restauro di capolavori del territorio.

«La crescita culturale di una città – continua Marasca – passa anche attraverso questi incontri tra pubblico e privato, che sono capaci più di mille discorsi di stimolare l’attenzione e la reazione dei cittadini attorno al patrimonio che hanno ricevuto in dote dal passato. Un ringraziamento particolare va a Fondavo Venezia, società che permette spesso questo genere di incontri e di sviluppi, con grande professionalità». La società Fondaco Venezia, che collabora al progetto con Coop, aveva infatti incontrato tempo fa il Comune e insieme avevamo deciso di candidare il grande dipinto, bisognoso da tempo di alcuni interventi di restauro e al centro del suo nuovo, maestoso allestimento presso la Pinacoteca dorica. Il restauro partirà in tempi brevi e passerà attraverso una prima supervisione di c, il grande restauratore di Ancona che ha prestato gratuitamente la sua opera per il trasferimento del Giuramento in Pinacoteca.