Manutenzione delle strade, ad Ancona è polemica

Botta e risposta tra il consigliere comunale Daniele Berardinelli e l'assessore ai Lavori Pubblici Paolo Manarini che replica: «I fondi previsti nel bilancio verranno ora coperti con un mutuo per la sistemazione di via Mattei e della rotatoria presente nella via»

ANCONA – «Dei 2 milioni di euro inizialmente previsti nel bilancio di previsione 2019 per gli asfalti, neanche un euro sarà investito per le strade». È la denuncia del consigliere comunale di Forza Italia Daniele Berardinelli.

Daniele Berardinelli, consigliere Forza Italia

«Bruttissima notizia per i cittadini – spiega Berardinelli – non è stato possibile portare avanti nessuno dei tre interventi previsti, ognuno da 500mila euro, per la manutenzione delle strade cittadine che il Comune aveva previsto di finanziare con soldi da incassare con l’alienazione di beni comunali, messi ancora una volta in vendita senza alcuna certezza di trovare compratori. Neanche una delle previsioni inserite nel bilancio comunale è stata rispettata. Il Comune si è così trovato costretto a non prevedere alcun intervento di manutenzione e asfaltatura delle strade, ad eccezione di via Mattei per cui saremo costretti a stipulare un ulteriore mutuo, oltre a quello da 200mila euro già fatto. Ecco che, nonostante i 2 milioni di euro inizialmente previsti, nessuna strada sarà asfaltata. I cittadini si devono rassegnare e dovranno aspettare le prossime elezioni comunali per sperare di vedere qualche intervento che possa evitare di distruggere le automobili».

 

Paolo Manarini, assessore ai Lavori Pubblici

«Il bilancio di previsione 2019 prevedeva 2 milioni di euro per le strade – risponde Paolo Manarini, assessore ai Lavori Pubblici – di cui tre interventi, ognuno da 500mila euro, da incassare con l’alienazione di beni comunali, e altri 500mila euro con mutuo. I fondi previsti nel bilancio verranno ora coperti con un milione e 400mila euro di mutuo per la sistemazione di via Mattei e della rotatoria presente nella via, perché l’amministrazione comunale è seria. L’amministrazione infatti tiene conto di quelle che potrebbero essere le possibilità di entrate, ma quando queste non si possono concretizzare, ricorre a mutui e finanziamenti propri. Quando diciamo che le strade verranno fatte, queste vengono realmente sistemate». La prima fase dei lavori di via Mattei prevede l’asfaltatura della via, la realizzazione dei parcheggi lungo la via, la pista ciclabile e la nuova rotatoria, davanti al cantiere Riva, oltre alla messa in sicurezza della rotatoria già esistente.

«Non abbandoniamo le altre strade – continua Manarini – e altri 470mila euro saranno destinati entro l’anno alla sistemazione di tratti di alcune vie». Le strade interessate saranno: via Saline, Cristoforo Colombo, Pinocchio, Montegrappa, Rismondo, XXV Aprile, Redipuglia, Rovereto, piazza Stamira (corsia bus), Simeoni, Sparapani e Sacripanti. «L’amministrazione risponde con i fatti – continua Manarini – e i cittadini vedono gli interventi in corso nelle strade cittadine». L’assessore si riferisce all’intervento in corso a Capodimonte, in particolare in via Podesti e parte di via Astagno (250mila euro), ma anche ai lavori relativi a via Flaminia, dal bypass a Torrette (800 mila) e dal bypass alla stazione (500mila), e a via delle Grotte (190mila), «per un totale di circa un milione e 750mila euro», conclude Manarini.