Maltempo, ad Ancona 140 case senza luce. Disagi anche a Falconara

Nel capoluogo sono ancora tante le famiglie al buio e senza corrente elettrica. A Palombina Vecchia il vento ha scoperchiato il tetto di un'abitazione e grossi detriti di cemento sono volati in strada danneggiando alcune auto in sosta. Ancora chiuso il sottopasso di Villanova

Allagamenti al Piano (Foto: Fabiano Freddari)

ANCONA – Sono ancora 140 gli appartamenti senza luce, dopo il forte temporale e le raffiche di vento che si sono abbattuti ieri pomeriggio, 9 luglio, anche nel capoluogo. L’Enel ha comunicato al Comune che i tecnici stanno continuando a lavorare al ripristino delle linee elettriche.

Sono tante le persone che questa mattina, mercoledì 10 luglio, stanno lamentando di essere ancora al buio. «Una cosa vergognosa – ha scritto Cristiano su Fb – da ieri sera, ore 18, è saltata la corrente al civico 79, 81, 83 di corso Mazzini, e ancora alle ore 9 di oggi (10 luglio), non è stata ripristinata. Numeri Enel non rispondono, danni alle attività».

«Via Jesi da ieri senza luce – ha scritto Patrizia – fatta segnalazione più volte. Mi è stato risposto che è un danno abbastanza grave che ha colpito diverse unità abitative».

«Via Marsala, pieno centro di Ancona – ha scritto Roberta -, da ieri sera alle 18 senza corrente elettrica. Esercizi commerciali e abitazioni, senza luce».

Intanto durante tutta la notte sono proseguite le operazioni per il recupero degli alberi caduti e per il ripristino delle linee elettriche, iniziate ieri pomeriggio. Per effettuare le segnalazioni è attivo il numero del Centro Operativo Comunale 071/2223008. I sottopassi sono stati riaperti, tranne quello di via Macerata. Sono in corso interventi di rimozione degli alberi e rami caduti anche attraverso l’utilizzo di una ditta specializzata che lavora insieme a Vigili urbani, Vigili del fuoco e Protezione civile. I Vigili del fuoco hanno più di 300 richieste di intervento in attesa provenienti da tutta la provincia. Rimane l’allerta meteo fino alla mezzanotte di oggi.

Acqua alta davanti all’Informagiovani

In centro, causa allagamento, lo sportello Informagiovani e i bagni pubblici di Piazza Roma questa mattina rimarranno chiusi. «Stamattina resteremo chiusi per verificare gli eventuali danni – comunica l’Informagiovani – e valutare con gli uffici tecnici competenti i tempi di riattivazione dei nostri servizi di front office. Siamo comunque raggiungibili e attivi via email e social, posteremo aggiornamenti appena possibile».

A seguito degli eventi atmosferici di ieri, dando applicazione all’ordinanza preventiva gestionale (n.33 del 3/5/2019) sull’inquinamento marino di breve durata provocato da sversamenti reflui su acque di balneazione, è scattato il divieto temporaneo di balneazione da oggi fino a nuova comunicazione di conformità dei parametri da parte dell’Arpam. Il divieto riguarda: targa di Palombina Nuova, ultimo sottopassaggio di Palombina Nuova, sbocco fosso Manarini, sbocco fosso civ.314-311-307 SS Flaminia, porticciolo di Torrette, sbocco collettore acque chiare Monte Cardeto, Passetto sotto la piscina comunale.

Disagi anche a Falconara, dove il sottopasso di Villanova, chiuso da ieri sera (9 luglio) è stato riaperto, dopo un intervento di riparazione del manto stradale. La tempesta di ieri sera ha impegnato la polizia locale di Falconara in tre interventi quasi in contemporanea. In campo anche la protezione civile comunale e gli operai dell’ufficio tecnico. A Castelferretti, lungo la via Mauri, un albero si è abbattuto su un’autovettura. Sempre a Castelferretti una pattuglia di polizia locale è intervenuta d’urgenza in via Ponte Murato, dove un cittadino aveva segnalato che da una villetta stava uscendo fumo. Prima dell’intervento dei vigili del fuoco gli agenti hanno dovuto rompere il lucchetto del cancello per entrare e sincerarsi che non vi fosse nessuno in casa. Constatato che l’incendio era divampato nel garage dell’abitazione, hanno utilizzato l’estintore in dotazione dell’auto di servizio e sono riusciti a contenere il rogo prima dell’intervento dei pompieri. Sul posto sono poi arrivati anche i proprietari della villa.

La deviazione a Falconara
La deviazione a Falconara

A Palombina Vecchia il vento ha scoperchiato il tetto di un’abitazione in via Piemonte: grossi detriti di cemento sono volati in strada danneggiando alcune auto in sosta, ma fortunatamente non ci sono stati feriti. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia locale e il personale dell’ufficio tecnico comunale. A Villanova il sottovia di via Flaminia si è allagato ed è stato necessario deviare il traffico. In serata, dopo che l’acqua era defluita, è stata chiusa la corsia nord (in direzione Senigallia) dello stesso sottopasso, a causa di danni al manto stradale.

A tutto il personale impegnato fino a tarda ora per affrontare l’emergenza arriva il ringraziamento del sindaco Stefania Signorini: «Gli agenti di polizia locale, i volontari di protezione civile e gli operai dell’ufficio tecnico si sono subito mobilitati e il loro impegno è stato encomiabile». Proprio a causa del maltempo è stato annullato l’appuntamento con la rassegna Sapere d’estate previsto per la serata di oggi, mercoledì 10 luglio, alle 21.30 in piazza del Municipio dal titolo “Calici sacri e profani: il vino nell’età moderna”. L’incontro sarà recuperato nel corso dell’estate.