Macroregione Adriatico-ionica, in crescita il traffico passeggeri e merci

Entra nel vivo il Forum delle Camere di Commercio a Budva nel Montenegro in corso in questi giorni. Focus della Camera di Commercio delle Marche sui flussi marittimi tra le due sponde. Ecco i dati

Al centro, Ida Simonella, Segretario Generale del Forum delle Città e a sinistra, il presidente della Camera di commercio delle Marche Gino Sabatini
BUDVA (Montenegro) – Entra nel vivo il Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Ionio a Budva nel Montenegro. Questa mattina, martedì 7 maggio, la seconda edizione del meeting dei tre network adriatici e del quarto Forum della strategia Eusair, è stata aperta dal saluto del Primo Ministro del Montenegro Dusko Markovic.
All’assemblea inaugurale è intervenuta Ida Simonella, segretario Generale del Forum delle Città che ha parlato del progetto interadriatico degli Youth Games che porta nelle Marche giovani sportivi di otto paesi della Macroregione in rappresentanza di venti città.
Nel pomeriggio si sono riuniti i Tavoli di Lavoro tematici dove la Camera delle Marche è stata protagonista illustrando il ruolo del sistema camerale nell’ambito dell’innovazione grazie al sistema dei Punti Impresa Digitale che sta contribuendo a colmare il digital divide offrendo assistenza personalizzata gratuita alle Pmi.
La Camera di Commercio delle Marche inoltre ha dedicato un approfondimento al traffico passeggeri e merci nell’area macroregionale evidenziando l’aumento del segmento container di pari al 7,3% tra il 2017 e il 2018, fino a 3,3 milioni di Teus.
In crescita il traffico passeggeri sia per quel che riguarda i traghetti (cresciuti del 1,2%: ora  sono 5,6 milioni) che le crociere: il movimento di passeggeri crocieristici nei porti della macroregione infatti è cresciuto del 5% nel 2018, riprendendo la crescita dopo una contrazione nel 2017.