Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Linea Orte-Falconara, firmata l’intesa per la soppressione del passaggio a livello

Il documento è stato sottoscritto questo pomeriggio (14 marzo) tra la Regione Marche, il Comune di Castelplanio, il Comune di Cupramontana, il Comune di Maiolati Spontini, il Comune di Rosora e RFI S.p.A.

La firma del protocollo d'intesa (Foto: Regione Marche)

FALCONARA- Firmato il protocollo d’Intesa per la soppressione del passaggio a livello della linea Orte – Falconara al km. 251+698 e la riqualificazione viaria ed ambientale dello snodo viabilistico intercomunale a servizio dei Comuni di Rosora, Maiolati Spontini, Castelplanio e Cupramontana. Il documento è stato sottoscritto questo pomeriggio tra la Regione Marche, il Comune di Castelplanio, il Comune di Cupramontana, il Comune di Maiolati Spontini, il Comune di Rosora e RFI S.p.A. L’eliminazione del passaggio a livello consentirà di migliorare i livelli di sicurezza e di regolarità del traffico ferroviario e stradale, contribuirà alla riduzione del traffico automobilistico e delle code e agevolerà il passaggio dei mezzi di soccorso in emergenza. Verrà inoltre recuperato tutto lo spazio attualmente occupato dallo svincolo per la riqualificazione ambientale che prevede anche la presenza di verde urbano e la sistemazione dell’isola centrale della rotatoria.

«Una collaborazione dove ogni soggetto contribuisce ad un intervento che permette sia alla comunità che alle imprese di muoversi in maniera più agevole favorendo la qualità della vita, una riqualificazione dei luoghi e una maggiore sicurezza– commenta il presidente della Regione Luca Ceriscioli -. Questo è il modo migliore di affrontare un problema: invece di lasciarlo in mano agli altri, ognuno fa una parte secondo le proprie possibilità. Un metodo molto positivo in rappresentanza di un buon modo di governare in accordo ed armonia». «La firma di oggi si aggiunge a tanti altri momenti importanti che stiamo vivendo nelle Marche dove stiamo realizzando in perfetta sintonia tra enti, istituzioni ed amministrazioni numerose opere a favore della riqualificazione della regione e del miglioramento della mobilità dei cittadini. E’ in atto quella che chiamiamo la “cura del ferro”» – afferma Stefano Morellina, direttore territoriale produzione Marche di RFI (Rete Ferroviaria Italiana, gruppo FS Italiane).

Soddisfatti i sindaci coinvolti. «Sono anni che ci dedichiamo a questo progetto e finalmente riusciamo a realizzarlo. I cittadini aspettavano questo intervento e, visto che i lavori procedono in modo rapido e veloce, anche il raddoppio della ferrovia, presto potranno vedere il termine dei lavori» dice Lamberto Marchetti, primo cittadino di Rosora. «Un bell’esempio di collaborazione a testimonianza del fatto che quando ci sono le idee e c’è la volontà di realizzarle si ottengono i risultati. E questo è un ottimo risultato» sostiene Luigi Cerioni, sindaco di Cupramontana. Per Barbara Romualdi, sindaco di Castelplanio «questo intervento ha una valenza fondamentale soprattutto per noi Comuni che abbiamo lavorato tutti insieme dimostrando quanto possiamo credere in un territorio, al di là dei confini, per il bene e la sicurezza dei cittadini e delle imprese». «Un’opera fondamentale per la viabilità locale dell’entroterra. Chi percorre queste strade ogni giorno ne trarrà sicuro beneficio» sottolinea Umberto Domizioli, sindaco di Maiolati Spontini.