Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

L’Esercito sugli obiettivi sensibili della provincia anconetana fino al 2019

Ieri si è svolta in Prefettura ad Ancona la riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e Sicurezza Pubblica per discutere anche dello svolgimento delle elezioni politiche del 4 marzo

ANCONA- L’Esercito rimarrà a vigilare i siti e gli obiettivi sensibili della provincia fino a dicembre 2019. Ad annunciarlo il Prefetto di Ancona Antonio D’Acunto. I Ministri dell’Interno e della Difesa con un decreto del 23 gennaio 2018 hanno infatti deciso di prorogare l’impiego in provincia del personale militare delle Forze Armate per altri due anni in concorso  e congiuntamente alle Forze di Polizia. Insieme all’Esercito quindi, anche il personale delle Forze di Polizia contribuirà, come fatto finora, a vigilare per garantire sicurezza ai cittadini.

Ieri (20 febbraio), si è svolta in Prefettura ad Ancona la riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e Sicurezza Pubblica per discutere dello svolgimento delle elezioni politiche del 4 marzo. Pertanto, alla presenza del Prefetto, dei vertici delle Forze di Polizia, dell’Assessore alla sicurezza e del comandante della Polizia Municipale del Comune di Ancona, del rappresentante della Provincia è stata svolta una analisi aggiornata della situazione dell’ordine e della sicurezza. Inoltre, in riferimento alle apposite direttive impartite dal Ministero dell’Interno è in corso l’attività di prevenzione e vigilanza per garantire le condizioni di sicurezza della campagna di propaganda elettorale. Sono state quindi programmate specifiche attività per assicurare il pieno esercizio delle libertà costituzionali.