Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Lampada multimediale per bimbi ospedalizzati

Tre ingegneri dell’Univpm Davide Ursetta, Sara Falasconi ed Elisa Failstocco hanno realizzato "Lightcare", che non impiega campi elettromagnetici a radiofrequenza, ma la sola luce riducendo così i rischi connessi all’esposizione a tali campi

"Lightcare", lampada multimediale per bimbi ospedalizzati

ANCONA – Lightcare è la lampada intelligente per fornire contenuti multimediali a bambini ospedalizzati, realizzata utilizzando l’innovativa tecnologia di trasmissione LI-Fi. Il progetto, frutto del lavoro di tre ingegneri dell’Univpm, ha partecipato ieri a Genova al convegno “Tecnologia e persona: la sfida dell’innovazione – L’ingegneria clinica come motore, garanzia e prospettiva”.

Il protocollo di comunicazione Li‐Fi a differenza del Wi‐Fi, non impiega campi elettromagnetici a radiofrequenza, ma la sola luce (spettro del visibile) riducendo così i rischi connessi all’esposizione a tali campi. Lightcare consente, grazie alla luce, l’accesso alla rete da tablet e smartphone ed è stata presentata al premio innovazione 2017 da tre studenti dell’Università Politecnica delle Marche, Davide Ursetta, Sara Falasconi ed Elisa Failstocco, attualmente frequentanti il corso di perfezionamento post-laurea sui temi della domotica istituito dall’Università Politecnica delle Marche in collaborazione con il Politecnico di Milano, Area Science Park di Trieste e con le aziende Telecom, Genera e Habitech. Il corso di perfezionamento è parte del progetto di ricerca SHELL, coordinato dall’Univpm e finalizzato a favorire la specializzazione territoriale sui temi della domotica per il confort e la sicurezza nell’abitazione.