Ladri spietati: rubati pc a scuola, nel mirino anche un ristorante

Due colpi nella notte in corso Amendola, ad Ancona. I malviventi hanno colpito alle De Amicis e alla bottega Mangio Ergo Sum. La commerciante: «Leggi più dure per i ladri e più controllo nella via”

La porta scardinata da Mangio Ergo Sum
La porta scardinata da Mangio Ergo Sum

ANCONA – Una scuola e un ristorante nel mirino dei ladri. Scia di furti in corso Amendola dove nella notte sono stati rubati i pc delle elementari De Amicis e poi anche generi alimentari della bottega-ristorante Mangio Ergo Sum che si trova a pochi metri di distanza. I colpi, commessi nella notte del fine settimana, sono stati scoperti questa mattina.

RISTORANTE.  «Mi ha svegliata la polizia – racconta Barbara Pergolini, titolare di Mangio Ergo Sum – hanno rubato olio, creme, forme di formaggio e i soldi del fondo cassa. È già il secondo furto in pochi mesi. Hanno scardinato la porta. Così non si può più lavorare». Una volta dentro i ladri si sono serviti delle buste prese nel ristorante per portare via i beni alimentari. Hanno fatto spesa e ora è al vaglio il valore della merce portata via che si aggira attorno a diverse centinaia di euro.

La commerciante Barbara Pergolini
La commerciante Barbara Pergolini

La commerciante si è sfogata anche su Facebook dopo aver subito il colpo. «Grazie alle telecamere la prima volta il ladro era stato arrestato- ha scritto Pergolini – ma già fuori il giorno dopo. Questa volta? La cosa triste è che noi spendiamo soldi per sistemi di sicurezza, le forze dell’ordine fanno il lavoro e li acciuffano e poi ci rendiamo conto che non ci sono le leggi che ci tutelano e che fanno pagare i malviventi. Sono a chiedere leggi più dure contro i ladri e un controllo maggiore in questa via». A dare l’allarme è stata una parrucchiera che questa mattina, prima delle 8, passava con l’auto lungo la via e ha notato la porta spalancata.

SCUOLA. Chi ha agito è passato da una finestra sul retro. Una volta dentro ha messo il plesso a soqquadro rubando alcuni computer e danneggiandone altri. La preside Angelica Baione ha raggiunto la scuola per accertarsi dei danni. Sul posto è stata chiamata la polizia. I ladri hanno rubato anche i soldi dei distributori automatici scassinandoli.