Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

La Jakop Ahlbom Company alle Muse di Ancona in esclusiva regionale

Lo spettacolo si ispira all’universo di Buster Keaton e alla “slapstick comedy”, le comiche alla Stanlio e Ollio. Al posto del pianoforte, sarà accompagnato da un gruppo rock

Lo spettacolo Lebensraum della Jakop Ahlbom Company
Lo spettacolo Lebensraum della Jakop Ahlbom Company

ANCONA – Dopo il successo con il primo horror live presentato nel cartellone della scorsa stagione, torna al Teatro delle Muse la Jakop Ahlbom Company con Lebensraum. Il regista svedese Jakop Ahlbom, anche attore e acrobata, con una grande passione per gli horror anni ’60 e le commedie anni ‘20, porta la magia del muto su un palcoscenico teatrale con uno spettacolo divertente e brillante che andrà in scena ad Ancona sabato 18 gennaio, alle ore 20.45, in esclusiva regionale.

Lebensraum (in italiano “spazio vitale”) si ispira all’universo di Buster Keaton e alla “slapstick comedy”, le comiche alla Stanlio e Ollio. All’epoca, a fare da sottofondo alle proiezioni dei film c’era la musica di un pianoforte; questo spettacolo sarà invece accompagnato dal gruppo Alamo Race Track: si creerà così un originale e divertente contrasto tra le atmosfere visive anni ‘20 e la musica rock contemporanea.

La storia è semplice: due uomini vivono in un piccolissimo appartamento. Per ovviare al problema di uno spazio così angusto, i due hanno inventato mobili con una duplice funzione: il letto è anche un pianoforte, la libreria funge anche da frigorifero…Mancando una donna in casa, decidono di creare una bambola meccanica che li possa aiutare a svolgere i lavori domestici. Ma ben presto scoprono che la bambola pensa ed esprime opinioni. La tensione sale, la stanza diventa sempre più piccola e il divertimento scoppia in sala grazie ad irresistibili gag.

Sul palco: Jakop Ahlbom/Yannick Greweldinger, Silke Hundertmark, Reinier Schimmel, Leonard Lucieer, Ralph Mulder/Empee Holwerda. Drammaturgia Judith Wendel, musica Alamo Race Track, scene Douwe Hibma, Jakop Ahlbom, luci Yuri Schreuders. Tecnici: Tom Vollebregt, Allard Vonk e Michel van der Weijden. Arredi scenici speciali: Rob Hillenbrink/Robs Propshop. Trucco Anabel Urquijo Claveria, gestione e vendite Marc Pil, produzione e gestione tournée Sarah Faye van der Ploeg.