Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Italia meta delle vacanze estive 2020. E arrivano le prime timide prenotazioni

Le destinazioni più richieste riguardano la montagna e il mare della Puglia, Sicilia e Sardegna. Si prediligono soggiorni a risparmio quindi in appartamento. Dal nord richieste per il noleggio di barche a vela per la Croazia

ANCONA- Con l’avvio della Fase 3 cominciano lentamente ad arrivare le prime prenotazioni per le vacanze estive. C’è voglia di partire ma anche timore per una situazione sanitaria in continua evoluzione e con misure restrittive diverse da paese a paese. Allora meglio rimanere in Italia, magari scegliendo una destinazione raggiungibile in auto. Quest’anno una delle mete più gettonate è sicuramente la montagna; ovviamente, non mancano le vacanze al mare soprattutto in Puglia, Sicilia e Sardegna. Richieste arrivano dal nord Italia per le crociere in barca a vela con partenza da Ancona e destinazione Croazia.

«Le persone hanno voglia di viaggiare ma con moderazione. Lentamente le prenotazioni cominciano ad arrivare. Ancora non ci sono richieste di voli anche se le compagnie aeree garantiscono tutte le sicurezze del caso – afferma Roberta Cinti della Cinti Viaggi-. La meta di quest’anno è l’Italia. Per principio promuoviamo le vacanze nel nostro Paese anche perché non sappiamo se nei prossimi mesi cambieranno di nuovo le restrizioni all’estero. Per il momento i clienti chiedono al 90% Italia, qualcuno il Mar Rosso. Vanno per la maggiore i soggiorni in montagna, preferibilmente in appartamento, mentre per quanto riguarda il mare Puglia, Sicilia e Sardegna. Quest’anno i budget a disposizione sono inferiori, sono vacanze di una settimana ma a risparmio: si scelgono appartamenti o hotel piuttosto che in villaggi che sono più cari. Purtroppo molti alberghi non apriranno perché è più costoso far sanificare che far partire l’attività a stagione ormai iniziata. Inoltre, molti hanno numeri limitati: se prima potevano ospitare 100 clienti adesso ne possono ospitare 50».

I clienti chiedono informazioni su restrizioni e misure di sicurezza? «
Sì, certo. Noi organizziamo anche viaggi di gruppo e le persone ci chiedono come verranno sistemati sul pullman. Proprio per questo abbiamo delle piantine che indicano come far sedere i passeggeri secondo le norme di legge. Vogliono anche sapere delle misure di sicurezza, ovviamente la mascherina è obbligatoria durante il viaggio così come il mantenimento delle distanze. C’è tutto un lavoro di informazioni prima di offrire il servizio – spiega Roberta Cinti-.
Spero che ci sia un ritorno in agenzia, quindi ai professionisti del settore, rispetto al trend degli ultimi anni. Durante questo periodo molte persone prenotando da sole hanno preso delle fregature mentre noi agenti di viaggio abbiamo tutelato tutti i nostri clienti, li abbiamo fatti tornare a casa in sicurezza. Abbiamo anche aiutato persone che non erano nostri clienti».

«La situazione è in itinere. I voli cominciano a ripartire adesso così come i viaggi in nave che riprendono con la metà o addirittura un quarto delle corse attive per la Croazia e la Grecia– riferisce Alessandro Manucci, titolare Agenzia Viaggi Mariver-. Le persone iniziano adesso a pensare alle vacanze, qualche prenotazione timidamente comincia ad arrivare, altri preferiscono aspettare ancora. Bisogna anche considerare che alcuni hanno ripreso il lavoro da poco e non è detto che ad agosto abbiano le ferie. C’è un po’ di preoccupazione quindi i clienti scelgono mete che si possono raggiungere in auto piuttosto che con l’aereo. Dal nord Italia abbiamo richieste di noleggio barche a vela soprattutto per andare in Croazia in quanto è vicina e non troppo costosa».