Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

IP lancia il carburante “Optimo”. Le Marche tra le prime regioni per la lavorazione e la distribuzione

Coinvolta la raffineria di Falconara. «Si contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente. La transizione della mobilità non può essere un lusso per pochi», dice l’ad di Daniele Bandiera

Foto da: Pixabay-ResoneTIC

FALCONARA – Novità per gli automobilisti ma non per il loro portafoglio: il gruppo Ip (che fa capo alla famiglia Brachetti Peretti) lancia il nuovo carburante, benzina e diesel, premium “Optimo” al prezzo di quelli normali. Inoltre è tracciabile, anti-truffa, ed eco in quanto riduce le emissioni di CO2 di oltre 300.000 tonnellate all’anno. E poi riduzione dei consumi di almeno il 2%, con migliori prestazioni ed efficienza del motore. Le Marche inoltre in prima linea per questa novità in quanto saranno tra le prime regioni in Italia a distribuire Optimo e a lavorarlo nella raffineria di Falconara.

Ieri, martedì 14 a Roma, la presentazione ufficiale del nuovo carburante che entro l’anno sarà accessibile nelle oltre 5000 stazioni IP in tutta Italia. Tra i presenti il presidente Ugo Brachetti Peretti e l’amministratore delegato Daniele Bandiera.

L’amministratore delegato Ip Daniele Bandiera

«Con l’acquisizione di TotalErg, esattamente due anni fa, siamo cresciuti in termini di volumi, risorse umane, presenza sul territorio, responsabilità sociale e ambientale. A non cambiare invece è la nostra missione, che è quella di far muovere gli italiani. Il lancio di Optimo, un carburante premium al prezzo del normale, consente a tutti di godere di benefici economici e di prestazioni, ma anche di contribuire concretamente alla salvaguardia dell’ambiente contenendo le emissioni di CO2. La transizione della mobilità non può essere un lusso per pochi», ha dichiarato l’amministratore delegato di IP Daniele Bandiera.

“Optimo” è già disponibile a partire da gennaio nelle stazioni di rifornimento di Lazio, Marche e Umbria e Abruzzo. Entro marzo arriverà in Liguria, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e nel secondo semestre del 2020 su tutto il territorio nazionale.

IL CAMBIO DI PARADIGMA – Piuttosto che offrire, come già fanno alcuni competitor, prodotti premium in aggiunta a quelli tradizionali e con una maggiorazione di costo tra i 10 e i 20 centesimi al litro, IP sostituirà con OPTIMO, per motori a gasolio e benzina, i carburanti tradizionali attualmente in commercio e lo offrirà allo stesso prezzo.

Il lancio di Optimo rappresenta per IP un passo importante nell’ambito di una più ampia strategia del Gruppo finalizzata ad agevolare la transizione ad una mobilità più sostenibile. In parallelo infatti il Gruppo ha messo in campo azioni concrete capaci di incentivare l’utilizzo di forme alternative di energia per la mobilità: IP negli ultimi anni ha siglato accordi strategici con Snam e Enel, e sta dotando le proprie stazioni di 200 nuovi impianti di rifornimento di gas naturale e di colonnine elettriche di ricarica fast e ultra-fast. Uno sviluppo coerente con la visione di un punto vendita che innova il suo ruolo, puntando a un’offerta multienergia, alla digitalizzazione dei pagamenti e a un’offerta di servizi non-energy (bar, ristorazione, lavaggi) più ricca.

I BENEFICI – Fare il pieno con OPTIMO permette di ottenere benefici in tre ambiti: la cura e l’efficienza del motore, l’impatto ambientale e la tracciabilità del prodotto.

CURA ED EFFICIENZA DEL MOTORE – Optimo dà più efficienza e minori spese di manutenzione. Il nuovo carburante IP somma più benefici: rimuove le impurità presenti nel motore (Effetto Clean-up) e lo mantiene pulito (effetto Keep-clean), protegge il motore dalla corrosione e riduce gli attriti tra le parti meccaniche. Tutto ciò consente il contenimento dei costi di manutenzione: la combustione più fluida diminuisce infatti l’usura dei componenti del motore e ne migliora le performance. Per i motori diesel, infine, OPTIMO migliora le prestazioni, favorendo una eccellente risposta del motore e una più pronta accensione, anche “a freddo”.

BENEFICIO AMBIENTALE – I nuovi carburanti consentono una riduzione dei consumi di carburante di almeno il 2%. Il risultato è stato verificato da test svolti in condizioni standardizzate, secondo il protocollo adottato in Austria dalla direttiva per il risparmio energetico EEffG.

Con la diffusione a pieno regime di Optimo, IP si è data l’obiettivo di ridurre l’immissione in atmosfera di oltre 300.000 tonnellate di CO2 all’anno, equivalente a ridurre di oltre il 60% le emissioni complessive emesse dalle attività industriali del Gruppo. Il calcolo è stato effettuato a partire dalle stime emissive del parco circolante italiano effettuate dall’ISPRA nel National Greenhouse Gas Inventory.

TRACCIABILITÀ ANTI-CONTRAFFAZIONE – Con OPTIMO, IP sarà l’unica società a vendere solo carburante tracciabile sulla propria Rete. L’aggiunta di un tracciante, infatti, permetterà di verificare la qualità del prodotto e la filiera di provenienza in funzione antitruffa. L’obiettivo è quello di contrastare la piaga del traffico illegale di carburante, che mette a rischio i motori degli italiani e genera enormi volumi di evasione fiscale.

LA RICERCA – Da una recente ricerca su quasi 3021 automobilisti (Fonte: Nutcracker) sull’utilizzo di carburanti premium emerge che il 41% del campione li ha utilizzati almeno una volta. L’utilizzo di questo tipo di carburanti è maggiore fra coloro che spendono di più in carburanti (130€/mese). La barriera principale all’utilizzo dei carburanti premium è proprio il costo (66% degli intervistati). Con OPTIMO, IP punta proprio ad abbattere questa barriera e a superare l’idea di carburanti come prodotti indifferenziati, riportando al centro il tema della qualità accessibile.