Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ad Ancona un incontro per valorizzare il patrimonio costruito del sottosuolo

Il 6 e il 7 giugno presso la facoltà di Economia il primo workshop dell’azione COST "CA18110: Underground Built Heritage as catalyser for Community Valorisation". Partecipano esperti provenienti da 23 Paesi

ANCONA – La promozione del patrimonio costruito del sottosuolo è il fine dell’incontro che si tiene il 6 e il 7 giugno ad Ancona presso la facoltà di Economia “G. Fuà” dell’Università Politecnica delle Marche. Si tratta del primo meeting dell’azione COST “CA18110: Underground Built Heritage as catalyser for Community Valorisation”, iniziata formalmente lo scorso 9 aprile, gestito dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e coordinato da Giuseppe Pace, ricercatore dell’Istituto di studi sulle società del Mediterraneo. La due giorni vede la partecipazione di esperti provenienti da 23 Paesi.

Il patrimonio costruito del sottosuolo è visto come valore materiale e immateriale da celebrare, preservare e, qualora sostenibile, da riusare e valorizzare. A tale scopo, l’azione messa in campo vuole stabilire nuovi canali di comunicazione tra differenti discipline, tra il mondo accademico, decisori pubblici ed attori privati per condividere conoscenza e buone pratiche.

L’incontro di Ancona è organizzato dalla professoressa Eva Savina Malinverni della Facoltà d’Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche, con i colleghi del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali.
I partecipanti, organizzati in cinque gruppi di lavoro, si confronteranno il primo giorno in sessioni plenarie e parallele su tematiche metodologiche ed organizzative; il secondo giorno incontreranno e dialogheranno con gli attori locali, il Comune di Ancona, l’Università Politecnica delle Marche, le Grotte di Frasassi e il Geopark Aree Interne.

Durante il workshop, infine, verrà scelto e premiato il vincitore della competizione per il logo dell’azione.