NikolaTesla Unplugged by Elica
NikolaTesla Unplugged by Elica
Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Harley Davidson Route 76
Harley Davidson Route 76

Ancona, inaugurata la nuova sede della fondazione Farinelli: «Da qui sosterremo la ricerca contro i tumori»

Nuova sede per la fondazione Farinelli onlus, dedicata alla memoria di Lorenzo (Lollo) Farinelli, medico e attore scomparso nel 2019 a causa di un linfoma

La mamma di Lollo (a destra) e la sindaca di Ancona al taglio del nastro

ANCONA – Nuova sede per la fondazione Farinelli onlus, dedicata alla memoria di Lorenzo (Lollo) Farinelli, medico e attore scomparso nel 2019 a causa di un linfoma non-Hodgkin a grandi cellule di tipo B.

Al taglio del nastro di ieri (sabato 19 novembre) hanno partecipato la madre di Lorenzo, Amalia Dusmet, assieme alla sindaca di Ancona, Valeria Mancinelli, e ai tanti amici di Lollo. Per lui, tra il 2018 e il 2019, poco prima del decesso, si mobilitò il mondo dello sport e dello spettacolo, con appelli – tra i tanti – dell’ex schermitrice Elisa Di Francisca e dell’attore Christian De Sica.

Amalia Dusmet, presidente della fondazione e mamma di Lollo

La sede della fondazione Farinelli si trova ora in corso Mazzini numero 120, ad Ancona, in pieno centro. «Una nuova casa, una sede in cui prendersi cura e promuovere tutti i desideri ed i sogni di Lollo» – fanno sapere dalla fondazione.

Ora, la mission della fondazione è quella di promuovere la ricerca medica con apposite raccolte fondi per lottare contro i tumori del sangue.

«Questo locale per noi rappresenta tanto» – sottolinea una sorridente Amalia Dusmet dopo il taglio del nastro. «Vogliamo mantenere vivo il ricordo di Lorenzo e ringraziamo di cuore la città di Ancona per la vicinanza e il sostegno, nel momento doloroso del lutto e adesso, a distanza di quasi quattro anni».

«Abbiamo voluto fortemente questa sede nel cuore pulsante del capoluogo, per farci conoscere e dar vigore alla nostra missione, che è quella di combattere le malattie onco-ematologiche. Siamo al fianco della ricerca medico-scientifica affinché non vi siano più persone che debbano soffrire ciò che ha passato il nostro Lollo e tutti coloro che si sono ritrovati (o si ritrovano) nella sua stessa condizione».

Amalia Dusmet all’inaugurazione della nuova sede della fondazione Farinelli onlus

E a proposito di ricerca, fa sapere: «Stiamo finanziando un assegno di ricerca per sviluppare la terapia Car-T, che Lorenzo ha rincorso fino all’ultimo secondo della sua vita. Lui era pronto a oltrepassare l’oceano per curarsi negli Stati Uniti, ma non ha potuto. Ora – a tre anni di distanza – si può fare all’ospedale di Torrette, grazie anche al nostro contributo. Lo dico con grandissimo orgoglio».

Presente al taglio del nastro, pure la dottoressa Giuseppina Urbano, beneficiaria dell’assegno di ricerca finanziato dalla fondazione: «Vogliamo ricordare Lorenzo e portare avanti le sue battaglie – ha detto Urbano – Sono lieta di fungere da portavoce dei 10 pazienti che si stanno avvalendo della innovativa terapia Car-T nella nostra clinica di Torrette: stanno scrivendo una pagina nuova della propria vita. Sono davvero grata per l’opportunità concessami e felice di potermi dedicare a queste persone».

La dottoressa Giuseppina Urbano

Basta fare un giro all’interno della sede per trovare tutto ciò che ricorda Lollo, i doni solidali in vista delle festività natalizie e un suggestivo dipinto dell’amico, Nico Tamburo, con inciso il motto del compianto medico 34enne: Mordete la vita, ogni secondo. Sembra dura, amara, ma è succosa ed è un sogno. 

All’inaugurazione odierna anche Michele Caporossi, direttore generale degli Ospedali Riuniti di Ancona, il professor Pietro Leoni dell’Ail (Associazione italiana leucemie, linfomi e mieloma), una rappresentanza dell’Accademia Volley Ancona, che ha quale sponsor etico proprio la fondazione, i volontari e i tantissimi amici della famiglia Farinelli.