Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Il sottotenente Alfredo Russo diventa ufficiale e lascia il Comando della stazione di Numana

Ha diretto e portato a termine importanti operazioni. Particolarmente efficace è stata l’azione di contrasto ai reati predatori nella Riviera del Conero

Carabinieri
Carabinieri

NUMANA – Con la nomina ad “ufficiale”, il neo sottotenente Alfredo Russo lascia il Comando della Stazione di Numana, dove era giunto nel 2016. Arruolatosi nel 1988, prima di giungere a Numana ha maturato importanti esperienze nel contrasto alla criminalità a Cesena, Macerata ed al Nucleo Investigativo del comando Provinciale di Ancona.

Quale comandante della stazione di Numana ha diretto e portato a termine importanti operazioni di servizio. Particolarmente efficace è stata l’azione di contrasto ai reati predatori nella Riviera del Conero, come noto, difficili da perseguire e che provocano grande allarme sociale. Tra le tante operazioni svolte dal reparto sotto la sua guida, si ricorda quella del marzo 2018 che ha permesso di arrestare 3 rumeni, responsabili di 27 furti in danno di parcometri per oltre 80.000 euro. O ancora quella del novembre 2019, in cui sono stati arrestati i 3 responsabili dei furti di oltre 1000 paia di occhiali.

Alfredo Russo

E ancora: a maggio 2020 l’arresto di 7 pregiudicati partenopei, autori di 21 furti in uffici comunali dove asportavano oltre mille carte di identità in formato cartaceo ed elettronico destinate anche al circuito dell’immigrazione clandestina. Infine, del dicembre scorso, dove veniva assicurata alla giustizia una giovane coppia di italiani, responsabile di 28 furti a danno di bagnanti che durante il periodo estivo avevano lasciato incustoditi i loro averi sotto gli ombrelloni o nelle auto in sosta nei pressi dei litorali lungo la riviera marchigiana e romagnola.

Grande impulso ha saputo poi imprimere, nel periodo estivo, all’attività di contrasto all’abusivismo commerciale ed alla vendita di prodotti contraffatti lungo la costa che ha portato denunciare o contravvenzionare numerosi soggetti non in regola con la normativa di settore, recuperando e sequestrando materiale per miglia di euro.

Exit mobile version