Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, Guidotti: «Abbattimento del 75% delle tariffe per l’uso delle palestre scolastiche»

Rispondendo all'interrogazione del consigliere Ausili (Fdi), l'assessore allo Sport ha ricordato che «il Comune ha messo a disposizione circa 60 aree presso i parchi pubblici, dove le società sportive possono svolgere le loro attività»

Sport di squadra nelle palestre delle scuole

ANCONA – «L’amministrazione ha intenzione di procedere con l’abbattimento del 75% delle tariffe delle palestre scolastiche, ad uso delle società sportive, per tutto l’anno 2021. In questo modo aiuteremo le società sportive che stanno vivendo grandi difficoltà». Così Andrea Guidotti, assessore allo Sport del Comune di Ancona, rispondendo all’interrogazione del consigliere Marco Ausili (Fdi) che, oggi in consiglio comunale, ha chiesto «quali misure di sostegno saranno messe in campo per palestre e piscine comunali», chiuse dopo l’ultimo Dpcm.

Marco Ausili

Ausili ha sottolineato che «siamo tutti consapevoli dell’eccezionale gravità della situazione in cui versano tanti operatori che sono stati penalizzati da scelte del Governo profondamente sbagliate. È evidente che spetta a tutte le istituzioni provare a sostenere e a salvare tante attività che rappresentano l’anima delle nostre città. Perdere queste attività significherebbe desertificare i nostri territori».

«Oltre all’abbattimento delle tariffe delle palestre scolastiche – ha spiegato Guidotti – il Comune ha messo a disposizione circa 60 aree presso i parchi pubblici, dove le società sportive possono svolgere le loro attività, al posto dei luoghi chiusi, nel rispetto delle norme del distanziamento. Martedì ho chiamato anche gli uffici Regione per chiedere la convocazione di un tavolo di lavoro per affrontare il perdurare di questa emergenza. Un tavolo di lavoro, ovviamente, con il presidente della Regione Acquaroli, l’assessore allo Sport regionale e i gestori di palestre e piscine».

Andrea Guidotti

Guidotti ha anche ricordato che «il Comune, a seguito dell’emergenza Covid della scorsa primavera, ha provveduto ad intervenire con una serie di provvedimenti tendenti a mitigare gli effetti negativi della pandemia sul settore sport, duramente colpito con la sospensione pressoché totale delle attività. Con delibera della Giunta 215 del 30/06/2020 è stato riconosciuto ai gestori degli impianti sportivi un indennizzo per le attività di custodia e mantenimento degli impianti nel periodo di sospensione: abbiamo dato 600 euro alle palestre, 1500 euro ai campi sportivi all’aperto, 1500 euro alle piscine comunali, 2mila euro ai palazzetti dello sport. Oltre a ciò, con la stessa delibera, è stato riconosciuto che per effetto della sospensione delle attività durata 76 giorni, le concessioni andavano recuperate con una proroga. Al fine di non incorrere con la scadenza in mezzo alla stagione agonistica, tale proroga è stata allungata di un anno solare intero».

«È evidente che le sovvenzioni date nei mesi scorsi – ha replicato Ausili – debbano essere replicate, nonostante siano una goccia nel mare delle grandi spese che queste realtà devono affrontare. Il peso maggiore che hanno sulle loro spalle è determinato dalle utenze, quindi invito l’Amministrazione a farsi parte attiva affinché queste utenze vengano sospese per i prossimi mesi». Per quanto riguarda gli spazi nei parchi pubblici, Ausili ha riferito che «alcuni operatori delle palestre lamentano la scarsa illuminazione e il terreno bagnato, considerato anche il periodo autunnale-invernale. Si potrebbe quindi ragionare sulla possibilità di utilizzare ad esempio le piazze, per poter svolgere attività all’aperto».