Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Gravidanza e Sclerosi multipla, Torrette premiato dall’Osservatorio Onda

Il Centro di Sclerosi multipla attivo alla Clinica di Neurologia degli Ospedali Riuniti adotta un percorso multidisciplinare che gli è valso il riconoscimento. Caporossi: «Un approccio personalizzato sui singoli pazienti»

L'ospedale regionale di Torrette, ad Ancona

ANCONA – Diventare mamme anche se affette dalla Sclerosi Multipla. Sembra impossibile e invece è una realtà, a patto che la gravidanza sia affrontata e pianificata tenendo conto dello stato della malattia, dei trattamenti farmacologici da avviare o in corso e di eventuali comorbilità, insomma nell’ambito di un percorso multidisciplinare come avviene all’Ospedale di Torrette.
È proprio per questo motivo che il Centro di Sclerosi Multipla attivo all’interno della Clinica Neurologica degli Ospedali Riuniti di Ancona ha ricevuto il riconoscimento da Onda, l’Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere, nell’ambito di “Una cicogna per la Sclerosi multipla”.

Sono oltre 79 mila le donne italiane che soffrono di sclerosi multipla, una malattia cronica e progressiva che influenza la maternità dal momento che la sua diagnosi arriva solitamente intorno tra i 20 e i 40 anni.

Michele Caporossi, direttore generale Azienda Ospedali Riuniti
Michele Caporossi, direttore generale Azienda Ospedali Riuniti

«Il riconoscimento conferito da Onda alla nostra Grande scuola neurologica – ha commentato il direttore degli Ospedali Riuniti di Ancona, Michele Caporossi – fa onore alla grande capacità espressa di interpretare nella loro interezza i bisogni espressi delle persone malate, a partire dalla maternità. Si è voluto premiare un approccio che noi perseguiamo come Ospedali Riuniti in tutte le discipline, mirato a personalizzare sui singoli pazienti l’efficacia pratica di quanto oggi ci è dato fare alla luce dell’avanzamento della scienza medica e della pratica clinica».

Il Centro di Sclerosi Multipla, guidato dal professor Mauro Silvestrini e coordinato dalla dottoressa Maura Chiara Danni, sostiene la maternità attraverso percorsi clinici dedicati e counseling preconcezionale. Il progetto “Una cicogna per la Sclerosi multipla” è stato promosso da Onda con il patrocinio di AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla e SIN, Società Italiana di Neurologia e ha ottenuto il contributo di Teva Pharmaceutical Industries. Torrette è uno dei 77 centri appartenenti alla rete Onda premiati.