Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Il Gran Galà della Ginnastica incanta le Muse

Nello scorso weekend il saggio di Ginnastica ideato dal Cus Ancona ha conquistato la platea del celebre teatro anconetano. Presenti il sindaco Mancinelli e tante altre autorità sportive e cittadine

L'abbraccio tra il Teatro delle Muse e la Ginnastica Cus Ancona

ANCONA- Ha incantato, stupito, raccolto applausi e fatto vivere letteralmente magia. E’ stato un successo assoluto quello del Gran Galà della Ginnastica 2018 targato Cus Ancona, che sabato sera ha brillato nello straordinario scenario del Teatro delle Muse, una delle eccellenze del nostro territorio in ambito artistico.

Centinaia le persone presenti che hanno gremito la platea. Genitori, parenti, amici delle ginnaste ma soprattutto autorità. In tanti hanno voluto presenziare ad una serata di autentica magia, arricchita dal valore della solidarietà con la presenza di Dentro il Sorriso ONLUS, rappresentato in sala da Massimo Cagnoni e Michele Baldoni.

In prima fila, accanto al presidente del Cus Ancona David Francescangeli, il Sindaco Valeria Mancinelli, l’Assessore allo sport Andrea Guidotti, Fabio Luna e Domenico Ubaldi in rappresentanza del Coni Marche e provinciale. Presente anche l’Università Politecnica delle Marche nella persona di Massimo Conti. Ospiti anche Eugenia Morosanu della Fondazione Regionale Arte nella Danza città di Ancona e Marcello Milani in rappresentanza del CUSI.

A realizzare le coreografie è stata Debora Barontini. Ad impreziosire lo show tanti elementi, quali le campionesse italiane di ritmica della Faber Ginnastica FabrianoMoreno Mago Baldo e le sue performance senza dimenticare la straordinaria e simpaticissima conduzione di Maurizio Socci.

Le ginnaste hanno messo in mostra tutto il loro repertorio grazie alla splendida direzione della responsabile di sezione Nadia Baldoni, e dall’instabile lavoro dei tecnici Ginevra GraciottiGiulia GigliSilvia AlcidiRoberta AmbrosiNoemi PetracciniSara QuattriniGiacomo QuattriniAlessandro GarinoIsabel de Angelis e Silvia Cama.