Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

“Giornata della Trasparenza”: i servizi attivati dal Comune di Falconara durante l’emergenza Covid

Durante l'evento in diretta streaming si è parlato anche del reddito di cittadinanza e dei progetti dell’Ambito territoriale sociale 12

Falconara Alta Il Castello
Falconara Alta Il Castello

FALCONARA- Dai servizi attivati dall’Amministrazione comunale per supportare i cittadini durante l’emergenza sanitaria, al reddito di cittadinanza e ai progetti dell’Ambito territoriale sociale 12. Questo e molto altro è stato affrontato durante la ‘Giornata della Trasparenza’ organizzata dal Comune di Falconara in diretta streaming. A fare gli onori di casa l’assessore Clemente Rossi che ha sottolineato l’importanza di garantire maggiori servizi al cittadino e di colmare sempre più il distacco tra questi ultimi e l’Ente. Il dottor Francesco Maria Nocelli, segretario generale, ha illustrato ‘La relazione sulla performance 2019 del Comune di Falconara Marittima’; mentre la dott.ssa Daniela Del Fiasco, dirigente del primo settore, ha parlato de ‘Il piano della performance 2020 dell’Ente’.

«Con la pandemia abbiamo dovuto attivare servizi online che non esistevano. Ci siamo dovuti organizzare per fare Consigli comunali, commissioni, riunioni di Giunta in streaming e per attivare lo smart working– spiega-. Ad esempio, abbiamo informatizzato tutti i sinistri e la modulistica per la scuola per permettere al dipendente di lavorare da casa e al cittadino di accedere ai servizi del Comune collegandosi online. Per quanto riguarda cultura e turismo, durante il lockdown abbiamo attivato su Facebook un palinsesto di video lezioni con la collaborazione di palestre, lezioni di cucina, storia della città e attività per bambini. Abbiamo avuto un successo inaspettato: oltre 6 mila utenti le hanno seguite in contemporanea. Il Comune ha cercato di operare per andare incontro al cittadino chiuso in casa».

Tra gli interventi strategici avviati: la copertura della piscina comunale, la messa in sicurezza dello Stadio Rocchegiani, la pavimentazione stradale di via Gobetti, il rifacimento degli asfalti. Tra gli obiettivi anche la messa a norma degli edifici scolastici, il miglioramento della gestione del verde pubblico e gli interventi a sostegno delle attività produttive penalizzate dal Covid. Per quanto riguarda i servizi erogati a sostegno dell’emergenza, con la collaborazione della Protezione Civile è stata attivata l’iniziativa per la consegna di pasti, spesa e farmaci a domicilio per anziani, persone con patologie e nuclei familiari impossibilitati ad uscire perché positivi al virus o in quarantena.

«I servizi attivati sono stati 202, di cui 26 pasti a domicilio- spiegano Daniela Sandroni e Nicoletta Baroni, dei Servizi sociali comunali-. Per i buoni spesa, oltre al fondo ministeriale di oltre 137 mila euro, l’Amministrazione ha stanziato ulteriori 10 mila euro. Sono pervenute 780 domande e di queste ne sono state accolte 647. Inoltre, il Comune di Falconara ha stanziato 65mila euro per supportare tutte quelle famiglie in difficoltà nel pagare l’affitto e che sono state escluse dagli aiuti regionali».

In merito al reddito di cittadinanza, nei sette comuni appartenenti all’ATS 12, sono 1.119 le persone totali che percepiscono il beneficio.

«Nello specifico del Comune di Falconara, ente capofila dell’ATS 12, risultano in carico 147 nuclei e nel 2020 sono stati attivati 6 progetti di Utilità Collettiva Pubblici– riferisce la dott.ssa Lucia Consuelo Curella-. Attualmente i beneficiari del reddito di cittadinanza in carico al SSP coinvolti nei progetti di PUC sono 13; 16 sono i beneficiari individuati tra le persone in carico al Centro per l’Impiego di Ancona che verranno coinvolti nell’implementazione dei progetti».

Nel corso del 2020, per gestire gli effetti sociali e socio-sanitari della pandemia, l’ATS 12 ha attivato un gruppo operativo. Tra le esigenze emerse: difficoltà economiche per pagamento di utenze e affitto, bisogni derivanti dalla situazione di isolamento sociale, di contenimento di conflittualità in ambito familiare, bisogno di sostegno e presa in carico psicologica.

«I servizi e gli interventi incrementati dai singoli Comuni e dall’ATS 12 hanno riguardato il contrasto alla povertà, il potenziamento della didattica a distanza; attivazione e/o ripristino del servizio educativo domiciliare per disabili, minori e del SAD; ripristino dei servizi semi-residenziali; ripristino dei tirocini di inclusione sociale- afferma la dott.ssa Barbara Giacconi-. Tra i progetti per l’anno 2020 ricordiamo: “Dopo di Noi” legge 112/2016 volto a favorire la piena inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità prive del sostegno familiare che prevede esperienze di co-housing (i due appartamenti si trovano a Falconara e a Chiaravalle); il progetto gestito dalla CooSSMarche e rivolto all’integrazione dei migranti; i tirocini di inclusione per la popolazione in situazione di povertà; il Servizio Sollievo per il sostegno delle persone con problemi di salute mentale e delle loro famiglie e Vita Indipendente».

L’ingegner Michele Mezzelani, responsabile dello sviluppo informatico del Comune, ha invece spiegato i servizi online attivati dall’Ente. La giornata si è conclusa con l’intervento del dottor Fabio Amici, del comitato ‘Amici della Trasparenza’, che ha affrontato il tema del ruolo della cittadinanza per il miglioramento dei servizi pubblici.