Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Giornata della Polizia locale: ecco gli agenti premiati di Ancona e Falconara

In occasione della festa di san Sebastiano, sono stati consegnati gli encomi a chi si è distinto per azioni e condotte meritevoli

Giornata della Polizia locale ad Ascoli Piceno

ANCONA – Ci sono anche due agenti anconetani e quattro falconaresi tra quelli che hanno ricevuto riconoscimenti ufficiali durante la Giornata della Polizia locale, organizzata stamattina (20 gennaio) dalla Regione Marche e celebrata al teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno, alla presenza della vicepresidente della Regione Marche, Anna Casini, dell’assessore regionale alla Polizia locale e politiche integrate per la sicurezza, Fabrizio Cesetti, del sindaco Marco Fioravanti e della comandante Patrizia Celani. Oggi si commemora infatti San Sebastiano, patrono della Polizia locale.

Francesco Catalani e Alex Barattini, agenti della Polizia locale di Ancona (40 anni il primo e 32 anni il secondo), sono stati premiati con encomio regionale perché, nel settembre 2019, avevano prestato soccorso a due automobilisti rimasti intrappolati nel loro autoveicolo in un sottopasso allagato. Entrambi si erano immersi nell’acqua, mista a fango, che aveva riempito il sottopasso di via Macerata ed erano riusciti a trarre in salvo, a nuoto, i due occupanti, uno dei quali in stato di ebbrezza.

Un intervento non facile, visto che erano appesantiti dalle divise impregnate d’acqua e il livello dell’acqua era alto. Stamane, in occasione della festa itinerante della Polizia Locale che tocca ogni anno una diversa città della regione, sono stati insigniti del riconoscimento regionale per il loro coraggio. Ad accompagnarli la comandante della Polizia Locale dorica, Liliana Rovaldi, e l’assessore comunale alla Sicurezza, Stefano Foresi. «Sono orgogliosa del coraggio che hanno dimostrato in una situazione non facile – commenta il sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli – e ancora più orgogliosa di sapere che hanno ricevuto questo importante riconoscimento».

Da sin. i due vigili di Ancona premiati, la comandante Rovaldi e l’assessore Foresi

Sempre questa mattina, ai commissari Michelangelo Grifa e Mirco Cionna (quest’ultimo non ha potuto partecipare alla cerimonia), all’ispettore Marco Sorci e all’agente Alessandro Ferrucci della Polizia locale di Falconara, sono stati conferiti riconoscimenti dall’assessore regionale Fabrizio Cesetti, con delega alla Polizia locale. Tutti e quattro, ha affermato Cesetti, «si sono distinti per azioni e condotte meritevoli durante lo svolgimento delle loro funzioni. Gli operatori hanno dimostrato di avere spiccate qualità professionali e hanno contribuito in maniera determinate al successo di operazioni di particolare importanza e rischio».

Gli uomini del Comando falconarese, che oggi sono stati accompagnati dal vicesindaco Raimondo Mondaini, dal comandante Alberto Brunetti e dal vice Mirco Bellagamba, nel corso del 2019 hanno preso parte a un’operazione che ha permesso di denunciare una donna per favoreggiamento della prostituzione. Gli attestati sono stati consegnanti dal vicepresidente dell’Anci Marche Goffredo Brandoni (che è anche presidente del Consiglio comunale di Falconara) e dal consigliere provinciale di Ascoli Piceno Roberto De Angelis.

Gli agenti premiati della Polizia locale di Falconara

«Mi complimento per l’attività investigativa svolta dai nostri agenti – commenta il sindaco Stefania Signorini, con delega alla Polizia locale – che è stata portata avanti attraverso indagini certosine. Attività analoghe sono state condotte per contrastare anche altri reati a danno dei cittadini. Questo impegno investigativo si aggiunge all’attività quotidiana per il controllo e il presidio del territorio, svolta su diversi fronti».

Nella giornata di San Sebastiano il sindaco Signorini, oltre a congratularsi con gli agenti, annuncia l’arrivo di otto palmari per la compilazione delle sanzioni, strumentazione che permetterà di archiviare penna e blocchetto. L’investimento è stato di 9.400 euro. L’innovazione tecnologica cambierà le abitudini del corpo di polizia locale grazie all’introduzione di tablet e dispositivi di ultima generazione di cui gli agenti si sono appena dotati. Addio, dunque, al biglietto giallo lasciato sul parabrezza con il preavviso di accertamento. Al suo posto ci sarà uno scontrino emesso da una mini stampante collegata al palmare. Gli agenti, una volta riscontrata l’infrazione al codice della strada, ad esempio un divieto di sosta, digiteranno sul tablet gli estremi della sanzione, numero di targa, ora e luogo dell’accertamento. Sarà lo stesso palmare ad attivare la stampante per rilasciare lo scontrino e, contemporaneamente, a trasmettere in tempo reale al server del Comando tutti i dati.

Questo permetterà di evitare errori di trascrizione e verbali difficili da leggere, consentirà la semplificazione del procedimento amministrativo e la riduzione dei tempi per perfezionarlo. Gli agenti sono già in grado di utilizzare i nuovi dispositivi, che entreranno in funzione nei prossimi giorni. L’acquisto dei palmari risponde all’esigenza di dotare il corpo di polizia locale dei più adeguati strumenti di lavoro, per assicurare migliore vigilanza e sicurezza. «Questo percorso di informatizzazione renderà ancora più efficiente l’attività del Comando di Falconara – conclude il primo cittadino – e il prossimo passo sarà quello di implementare la videosorveglianza».

Anna Casini e Fabrizio Cesetti

«Oggi si festeggia la Polizia locale e San Sebastiano protettore del Corpo – ha sottolineato la vicepresidente della Regione Anna Casini, dopo la messa celebrata dal Vescovo di Ascoli – ricordando che in tutte le situazioni la Polizia c’è sempre e in giornate di pace come questa dobbiamo ringraziarla per il servizio importante che svolge. L’integrazione e il coordinamento tra Forze di polizia esiste, occorre solo rafforzarli maggiormente anche a livello territoriale in un momento come questo dove a causa delle scarse risorse dei Comuni è necessario unire sinergicamente le forze disponibili».

«Concludiamo nella città capoluogo di provincia – ha detto l’assessore Cesetti – la quinta edizione della Festa della Polizia Locale delle Marche, un’occasione di riflessione intorno al ruolo centrale che riveste il Corpo per quanto riguarda la sicurezza delle nostre comunità. Una sicurezza che dobbiamo pensare integrata e capace di mettere insieme la sicurezza pubblica dedicata al contrasto e alla lotta alla criminalità e la sicurezza urbana che rende le nostre città vivibili. Pensiamo al contrasto dell’abusivismo, al tema della sicurezza stradale, alla tutela dell’ambiente e alla prevenzione nei quartieri. La Regione Marche ha assunto, e sta assumendo, per la promozione della sicurezza integrata, iniziative volte ad implementare la cooperazione istituzionale sui temi della sicurezza e il coordinamento delle forze di polizia anche attraverso forme di collaborazione con il Ministero dell’Interno e con le Prefetture».

La maggiore presenza sul territorio anche con l’ausilio di una unità cinofila è stato, tra i tanti, il principale tema del Giornata della Polizia locale e la responsabile del Corpo ha presentato la novità: l’unità cinofila antidroga con il pastore tedesco femmina Ila, che ha completato il periodo di addestramento presso il Centro della Polizia di Stato di Ladispoli e che presto entrerà in funzione nella città ascolana. Sul palco del teatro c’è stata anche una dimostrazione delle unità cinofile presenti che hanno lasciato a bocca aperta tutti i presenti.