Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza: gli eventi ad Ancona

La Convenzione Onu sui diritti dell'Infanzia compie 30 anni: l'Ufficio del Garante dell'infanzia delle Marche e il Comune di Ancona organizzano una serie di appuntamenti, tra il 20 e il 22 novembre. Nobili: «indispensabile una riflessione a tutto campo»

ANCONA – ll 20 novembre sarà la giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza che ricorda a tutto il mondo la Convenzione approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989. Sono trascorsi esattamente 30 anni e l’Ufficio del Garante dell’infanzia delle Marche in co-organizzazione con gli assessorati alle Politiche Educative e ai Servizi Sociali del Comune di Ancona, organizzeranno una serie di eventi, che si snoderanno su diverse sedi e per più giorni.

Lunedì mattina, 18 novembre, nella scuola media Podesti di via Urbino, la biblioteca dell’istituto è stata intitolata a Cristiana Acqua Borgogelli, per 18 anni presidente regionale dell’Unicef.

Mercoledì 20 novembre, alle ore 9.30 nell’ex sala del consiglio del Comune, ci sarà invece un incontro sul tema “La Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza 1989-2019”, a cui parteciperanno Paola Guidi, presidente del Comitato Provinciale di Ancona per l’Unicef; Tiziana Borini, assessore comunale alle Politiche Educative; Andrea Nobili, Garante regionale dei diritti della persona; Italo Tanoni, presidente regionale Marche per l’Unicef. Alle ore 10.30 l’appuntamento sarà con “Adesso tocca a noi” e la parola sarà data agli alunni degli Istituti Comprensivi Posatora-Piano-Archi e Grazie-Tavernelle.

Alle ore 11.30, nell’aula consiliare della Regione Marche, ci sarà invece l’incontro “Le Marche celebrano i trenta anni della Convenzione internazionale per i diritti dell’infanzia dell’Onu”. «Alla tutela dei minori spetta la centralità del nostro operare quotidiano – dichiara il Garante regionale dei diritti alla persona, Andrea Nobili – ed è per questo che in occasione della Giornata internazionale dell’infanzia e dell’adolescenza è indispensabile una riflessione a tutto campo con diversi interlocutori. Quella dell’Onu è una delle carte più importanti, ma anche una di quelle più disattese perché in molti Paesi non esiste la piena tutela dei diritti e tanti giovani sono costretti a fuggire cercando nuove speranze per il loro futuro. Non dimentichiamo che proprio questa tutela è il parametro di sensibilità di una democrazia».

Gli eventi proseguiranno nel pomeriggio di mercoledì 20 novembre, a Palazzo del Popolo nella sala dell’ex consiglio, con “Imparo chi sono dal modo in cui parli di me e da come ti comporti con me: la relazione come strumento di costruzione dell’identità personale”. Sarà il primo di quattro seminari gratuiti rivolti alla cittadinanza, organizzati dal Centro per le famiglie comunale L’Isola che c’è. Il ciclo dei seminari, intitolato “Il bambino come persona competente”, sarà tenuto dalla Prof.ssa Paola Nicolini, docente di psicologia dello sviluppo e dell’educazione presso l’Università di Macerata. Ricordando l’art. 3 della Convenzione per i diritti del fanciullo: “Quando un adulto ha a che fare con te deve fare quel che è meglio per te” sarà approfondito il tema della relazione come strumento di costruzione dell’identità personale.

L’assessore Tiziana Borini e Roberto Boldrini, presidente dell’associazione Arcopolis

Venerdì 22 novembre, nei vari quartieri della città, i bambini e i ragazzi delle scuole rivivranno la bellezza dei giochi che si facevano una volta per la strada e nei cortili sotto casa quando non esistevano i cellulari e Internet. Per ribadire l’importanza dei giochi all’aperto, il comune di Ancona e l’associazione Arcopolis hanno realizzato tre cartelli che saranno messi nel quartiere degli Archi: “Attenzione, rallentare. In questo quartiere i bambini giocano ancora per la strada”. «La giornata clou sarà il 22 novembre – spiega l’assessore alle Politiche Educative, Tiziana Borini – con i bambini veri protagonisti dei giochi di strada di una volta, quando i ragazzi avevano modo di relazionarsi tra loro con una comunicazione diretta, e contemporaneamente sviluppare la propria autonomia e le proprie emozioni». I bambini si divertiranno con 1 2 3 stella, la corda, fazzoletto, strega comanda colore, gioco dei tappi, corsa dei sacchi, tiro alla fune. Nel pomeriggio, al Ridotto del Teatro delle Muse, alle ore 16, spazio a “La forza persuasiva delle Web Star”, incontro spettacolo con Jack Nobile, artista e youtuber.

«C’è ancora molto da fare – sottolinea Emma Capogrossi, assessore ai Servizi Sociali – tanti minori vivono ancora in condizioni di sofferenza. Ogni giorno siamo impegnati per la tutela dei bambini e rafforzeremo ancora di più la nostra azione. Tra gli interventi già messi in campo il bando Welfare Sport: con un contributo alle famiglie permettiamo ad alcuni bambini di fare una pratica sportiva, importante dal punto di vista educativo e formativo». «Questo trentennale è un compleanno speciale – sottolinea Paola Guidi teniamo molto al Progetto “Scuola Amica” dell’Unicef che coinvolge nella provincia di Ancona 24 scuole».