Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Giorgia Speciale e quel sogno chiamato…Mondiale!

Questa mattina alla Delta Motors di Ancona la campionessa anconetana classe 2000, premiata Velista dell’Anno 2017, ha incontrato la stampa in vista dei prossimi appuntamenti sportivi. Primo fra tutti, il Mondiale RSX under19 (Tavola Olimpica) di Torbole, sul Lago di Garda, dal 27 Giugno al 1 luglio

La campionessa mondiale di windsurf Giorgia Speciale

ANCONA – Con il Mondiale RS:X under19 (Tavola Olimpica) che si terrà a Torbole, sul Lago di Garda, dal 27 Giugno al 1 luglio, la velista anconetana Giorgia Speciale è pronta nuovamente a domare le onde, e riportare Ancona sulla vetta d’Italia nella sua disciplina. Il sogno però è un altro, e la mente vola direttamente al Mondiale Techno Plus a Quiberon in Francia dal 16 al 20 Luglio.

L’occasione per conoscere come si sta preparando la giovane dorica ai due importantissimi eventi, si è presentata stamattina, nella Sala Conferenze della Delta Motors di Ancona. L’atleta anconetana, che ad oggi rappresenta una delle principali eccellenze sportive marchigiane, ha voluto incontrare la stampa per informare sportivi e appassionati sui suoi prossimi appuntamenti.

Tanti i temi toccati. Dalla preparazione fisica e mentale di un’atleta così giovane fino all’aiuto concreto che Federazione ed enti stanno dandole nel corso del suo cammino. Giorgia Speciale parla da grande, dimostra molti più anni di quelli che ha realmente (è una classe 2000), evidenziando le sue spiccate qualità nel sostenere qualsiasi tipo di pressione. Allenamenti, massaggi, fisioterapia, studio e sogni da inseguire. La vita “Speciale” dell’atleta anconetana può riassumersi così.

Intorno a lei uno staff qualificato che la segue costantemente. Dal coach Roberto Pierani al preparatore atletico Andrea Madaffari, passando per il mental coach Andrea Cannavacciuolo (che vanta collaborazioni anche con importanti squadre di calcio e basket) fino ad arrivare al nutrizionista Styven Tamburo. Nulla viene lasciato al caso, neanche le sedute obbligatorie di massaggi e fisioterapia per averla sempre al meglio.

«La gestione del tempo è fondamentale, così ho imparato a far combaciare tutto fino a fare terapia la sera per dedicarmi il giorno seguente completamente all’attività. E senza lo staff che mi accompagna non sarebbe certo possibile tutto questo», spiega l’atleta. Un meccanismo che funziona come un orologio svizzero e che le permette di condurre una vita ad alti livelli, senza tralasciare le normali passioni di una ragazza della sua età. Dallo sport alla scuola, dove è iscritta all’istituto Caggiari, che non trascura e che ha imparato nel tempo ad affrontare con la stessa determinazione di quando domina le onde.

LEGGI ANCHE: Giorgia Speciale velista dell’anno: «Sogno le Olimpiadi»

Intorno a lei sta crescendo un’intera generazione di campioncini sulle acque. Falcetelli, Morellina sono solo alcuni dei nomi che sulla scia di Giorgia Speciale sono pronti ad imporsi a livello nazionale, portando Ancona sul tetto d’Italia. Questa città, lo sport di questa città, hanno bisogno come non mai in questo momento di esempi positivi e modelli da seguire. Giorgia Speciale è uno di quelli e la speranza e che possa esserlo per tantissimi anni ancora. Forza Giorgia, Ancona ti guarda e ti sostiene.