Galleria Dorica, convenzione tra Comune e proprietà: manca solo l’ok del Consiglio

Berardinelli: «Ho proposto di inserire uno specifico riferimento nella convenzione alla rinuncia a chiedere un risarcimento delle spese da parte della proprietà, onde evitare esborsi non previsti che sarebbero stati di un importo notevole»

L'interno della Galleria Dorica

ANCONA- A distanza di vent’anni dalla scadenza della convenzione con la proprietà dei locali della Galleria Dorica, il Comune di Ancona si accinge a stipularne una nuova. Dopo l’atto della Giunta che prevede la sistemazione della Galleria da parte dei commercianti, il testo è stato analizzato dalla I Commissione per alcune modifiche. Nell’accordo che disciplina l’uso pubblico della Galleria, la manutenzione, l’apertura e la chiusura dei cancelli, il Comune si impegna a pagare le spese dell’illuminazione durante le ore del pubblico utilizzo, così come della pulizia che sarà effettuata da AnconAmbiente. Spese che rientrano in quelle già previste in bilancio per i contratti in essere relativi a questi servizi.

Il coordinatore provinciale di Forza Italia, Daniele Berardinelli

«Tutto ciò era previsto anche nella vecchia convenzione scaduta da anni, ma l’Amministrazione comunale non si era premunita di garantirsi contro un’eventuale richiesta di risarcimento delle spese effettuate dai condomini proprietari nel corso degli anni non compresi dall’accordo, sempre in riferimento al periodo di apertura al pubblico- riferisce Daniele Berardinelli, consigliere comunale Forza Italia-. Ho quindi proposto di inserire uno specifico riferimento nella convenzione alla rinuncia a chiedere un risarcimento delle spese da parte della proprietà, onde evitare esborsi non previsti che sicuramente sarebbero stati di un importo notevole. L’amministrazione rappresentata dal Vicesindaco Sediari ha accolto molto positivamente la mia proposta che ha già avuto il via libera dal Dirigente comunale».

Per quanto invece riguarda l’illuminazione dei negozi all’interno della Galleria Dorica i proprietari dovranno provvedere alle spese e alla cura così come dovranno provvedere all’apertura e alla chiusura dei 3 cancelli di accesso alla Galleria: lato corso Garibaldi, corso Mazzini e via Marsala. I pedoni potranno transitare nel periodo 1 ottobre – 30 aprile dalle 7 alle 22; dal 1 maggio al 30 settembre dalle 7 alle 24. La durata della convenzione è di 9 anni.

Il ballatoio che si affaccia su corso Garibaldi

La delibera è stata votata favorevolmente in I Commissione, ora il prossimo passaggio è il voto dell’atto in Consiglio Comunale, poi il Comune e i tre amministratori del condominio (Galleria Dorica Iale e Candelari, Helios srl e Studio tecnico Lucarini) potranno firmare l’accordo. Dopo anni di degrado, la convenzione rappresenta un passo in avanti per la riqualificazione della Galleria Dorica e il decoro del centro.