Fugge dai domiciliari, arrestata 22enne: «Sono andata in discoteca a fare serata»

La giovane è stata sorpresa dai carabinieri mentre tornava a casa e ha detto di essere stata in un locale di Marina Dorica. I genitori la credevano a letto. Aveva la misura cautelare per una vicenda di estorsione

ANCONA – Doveva stare ai domiciliari ma al controllo in casa effettuato dai carabinieri della sezione Radiomobile della Compagnia di Ancona non c’era.

Arrestata per evasione una 22enne. È la giovane finita in manette dopo una operazione della polizia, a febbraio, per estorsione al padre di un giovane che non aveva saldato un debito di droga. Sempre lei a novembre dello scorso anno aveva denunciato ripetute violenze sessuali subite da un nigeriano poi arrestato.

Questa notte, alle 3, i militari, nel corso dei consueti controlli operati sulle persone sottoposte a misure alternative alla detenzione, si sono recati a casa sua e non veniva trovata. In camera aveva lasciato la tv accesa ed un cuscino sotto le coperte del letto, come a voler simulare una sagoma che riposava.

Così i carabinieri, arrivati nella cameretta e constatato il trabocchetto, hanno atteso che la stessa rientrasse dal sabato sera, sorprendendola intorno alle 4 mentre tentava di rientrare silenziosamente dalla porta sul retro. Vistasi scoperta, ha serenamente dichiarato ai Carabinieri di “aver fatto serata” presso un noto locale a Marina Dorica.
Arrestata per evasione dagli arresti domiciliari e ricollocata nuovamente presso la propria abitazione su disposizione del pm di turno, in attesa del rito direttissimo previsto per la mattina di domani in Tribunale. Oltre a rispondere del reato di evasione, rischia l’immediato inasprimento della misura e l’eventuale collocazione in carcere.