Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Frazioni dimenticate: Montesicuro si unisce alla protesta di Sappanico

Le due frazioni chiedono al Comune di Ancona più decoro e sicurezza e giovedì 11 giugno alle 18 manifesteranno insieme. L'appuntamento è presso la rotatoria di Montesicuro

Uno degli striscioni appesi dai residenti a Montesicuro

ANCONA- Dopo le proteste di Sappanico anche a Montesicuro i residenti si mobilitano per chiedere al Comune di Ancona maggiore decoro e sicurezza. Le due frazioni, accomunate dai medesimi problemi, si sono alleate e giovedì 11 giugno alle 18 manifesteranno insieme.

L’appuntamento è presso la rotatoria di Montesicuro. Nella frazione gli abitanti hanno affisso degli striscioni: “Monte NON Sicuro”; “Montesicuro sta crollando!! Un’altra frazione dimenticata?”.

«Sono più di due anni che la mura panoramica è crollata ed è stata transennata. Stanno crollando anche macerie dalla torre dove si trova un orologio storico. Anche in questo caso si sono limitati a mettere delle transenne – spiega Francesca Perucci, residente di Montesicuro –. Qualche mese fa, sempre in quella zona, si è aperta una voragine e non è stato fatto niente. Si è aperto anche un altro buco molto profondo vicino alla cabina dell’Enel, ho chiamato i Vigili che sono intervenuti e lo hanno chiuso con una pezza di asfalto ma il vuoto sotto rimane. Sono preoccupata che da un giorno all’altro possa crollare tutto. L’erba la tagliamo solo noi della frazione. La strada è pericolosissima, le erbacce hanno invaso la carreggiata rendendola molto stretta. Inoltre, alcuni punti sono franati, se qualcuno ci finisce con una ruota succede una disgrazia. Non c’è un luogo di ritrovo per i ragazzi, non c’è lo sgambatoio per i cani, non c’è un marciapiede. Sono anni che facciamo queste segnalazioni al Comune. Montesicuro è in degrado, chiediamo il minimo per avere più decoro. Le frazioni sono dimenticate».