Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Forza nuova a Camerano, «Prima i profughi italiani»

Uno striscione è comparso stanotte, 25 ottobre, in centro. I militanti di Fn dicono no all'arrivo dei migranti e si oppongono ai due incontri organizzati dal Comune su accoglienza e Sprar

Lo striscione attaccato da Forza nuova a Camerano
Lo striscione attaccato da Forza nuova a Camerano
CAMERANO – In centro a Camerano è comparso uno striscione stanotte, 25 ottobre, a firma Forza nuova. C’è scritto “Prima i profughi italiani” e stavolta i militanti rivendicano la paternità dell’affissione. Il gesto giunge a qualche ora di distanza dal primo dei due incontri che si terrà domani, 26 ottobre, sullo Sprar, cui il Comune di Camerano come tanti altri ha aderito, e sul tema dell’accoglienza migranti.
 «Abbiamo attaccato uno striscione per dire no ai profughi a Camerano in segno di protesta contro la scelta dell’amministrazione comunale di portare all’interno della città una decina di sedicenti profughi e in contestazione con i prossimi eventi pro immigrazione organizzati dalla stessa il 26 e il 31 ottobre – dice dal coordinamento provinciale Andrea Tarsi -. Forza nuova è contraria all’accoglienza diffusa perché è un dovere aiutare per primi i nostri connazionali in difficoltà, un obbligo morale per le istituzioni verso il nostro popolo vessato da crisi e ingiustizie. Forza nuova nelle prossime settimane promuoverà iniziative di sensibilizzazione per aiutare le famiglie italiane di Camerano e per evidenziare come dietro a questa accoglienza non si nasconda altro che un grande business».