Coach Rotelli sul momento dei Dolphins

La formazione anconetana dopo la sconfitta contro i Ducks Lazio (30-36), la quarta consecutiva, non vive certamente un momento felice. Il Coach: «Da parte mia posso solo dire che sono il primo responsabile di questa particolare stagione e mi assumo le mie colpe»

Coach Roberto Rotelli, Dolphins Ancona

ANCONA- La sconfitta interna contro i Ducks Lazio, maturata con lo score di 30-36, ha aperto una settimana di riflessione in casa Dolphins Ancona. Si tratta del quarto KO consecutivo per la formazione anconetana di Football che vive uno dei suoi momenti più difficili degli ultimi tempi. A parlare, a tracciare un quadro e provare a ricercare la medicina giusta è stato Coach Roberto Rotelli che è apparso molto conscio della situazione:

«Verrebbe solo da pensare che non siamo più in grado di gestire le partite e vincere. Questo perché compiamo troppi errori nei momenti chiave. Già da questa settimana ci alleneremo, anche psicologicamente, per sopperire a questa grave attitudine che abbiamo. Da parte mia posso solo dire che sono il primo responsabile di questa particolare stagione e mi assumo le mie colpe. Assieme a me tutto il mio staff. E se guardo le statistiche peggio mi sento. Stando ai soli numeri, avessimo vinto, sarebbe sembrata una partita rubata. Ecco non sarebbe stato così, ma questi numeri vanno cambiati. Non si possono vedere gli avversari con 20 primi down chiusi e noi solo 13. E quante yards hanno corso e lanciato rispetto a noi? Ci metteremo subito al lavoro per cambiare molte cose in attacco per quanto la nostra struttura era e resta questa».

Un solo modo per invertire la rotta: «Spiace davvero per i ragazzi che fanno mille sacrifici, per il pubblico e per chiunque ci tenga ai Dolphins. Da parte mia posso solo dire che mancano tre partite alla fine e ci impegneremo tutti al massimo per migliorarci e fare il possibile per portare a casa tre vittorie».