Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Finanziamenti per le periferie congelati, il primo settembre manifestazione in tutte le città marchigiane

All'appello del sindaco di Ancona Valeria Mancinelli rispondono anche i primi cittadini di Pesaro, Macerata, Fermo e Urbino

Il sindaco Valeria Mancinelli

ANCONA- Il primo settembre una manifestazione ad Ancona e in contemporanea in tutte le città marchigiane e italiane, contro il congelamento per due anni dei finanziamenti per il bando periferie. È questa una delle iniziative che i sindaci marchigiani hanno deciso di mettere in campo far ritirare l’emendamento inserito nel decreto Milleproroghe approvato in Senato. L’11 settembre infatti la Camera dei Deputati sarà chiamata a votare l’emendamento che rinvia i finanziamenti per la riqualificazione delle periferie degradate al 2020. All’appello del sindaco di Ancona Valeria Mancinelli e dei sindaci di Pesaro Matteo Ricci, Macerata Romano Carancini, Fermo Paolo Calcinaro e di Urbino Maurizio Gambini stanno già rispondendo altre città d’Italia che si sono viste bloccare i finanziamenti. L’auspicio dei sindaci è che all’evento del primo settembre aderiscano anche altre città d’Italia.

«Stiamo lavorando affinché questa iniziativa del primo settembre diventi un appuntamento nazionale- afferma il sindaco Mancinelli-. Il messaggio deve arrivare forte e chiaro. Per questo è importante la partecipazione attiva ed il coinvolgimento di tutti i cittadini, di tutte le categorie produttive, di tutte le associazioni e le altre istituzioni per fare un fronte unito e compatto contro la decisione di cancellazione dei fondi».